rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Automobilismo / Meldola

Automobilismo, per Franco Ricciardi e Mattia Bartolucci un 2023 da incorniciare

 Il 2024 è alle porte e Franco Ricciardi e Mattia Bartolucci stanno preparando un'altra stagione da protagonisti, “sempre con la Passione di fare sport” come il motto della loro scuderia

E' tempo di bilanci per il portacolori del Racing Team Le Fonti Franco Ricciardi. Quella del 2023 è stata una annata divisa tra le partecipazioni alla Coppa Rally di Zona e al campionato IRC, con nove  partecipazioni in totale, tra le quali anche due su sterrato, portando in gara la Peugeot 208 della classe R2B, messa a disposizione dalla FG Racing di Gabriele Ferniani ad eccezione della finale dove Ricciardi si è affidato alla V Sport Rally Team dei fratelli Valla.

Le soddisfazioni più belle sono venute dalla Coppa Rally di Zona. Il pilota di Ozzano Emilia, ma nativo di Civitella di Romagna, le ha affrontate con al suo fianco come navigatore, il marchigiano di Mercatello sul Metauro Mattia Bartolucci. La coppia ha trovato quasi da subito un buon feeling e già al primo rally, il Bianco Azzurro di San Marino, hanno vinto la classe R2B prendendo i primi punti per la Coppa di Zona.

Il secondo appuntamento con la Coppa di Zona è stato al San Marino Rally, valido anche per il Campionato Italiano Assoluto e Terra. Per Ricciardi è stato un ritorno sulla terra dopo tantissimi anni e quindi ha dovuto ritrovare quelle sensibilità che servono su questo tipo di fondo. Con una gara accorta, perché il rally di San Marino nasconde sempre tantissime insidie, Ricciardi e Bartolucci sono ancora primi della classe R2B.

Si è ritornati sulla terra sempre per la Coppa di Zona a Urbino per il Rally Adriatico con i suoi velocissimi sterrati. Per Ricciardi e Bartolucci subito un inconveniente tecnico al parco assistenza poco prima della partenza, con la Peugeot 208 che non ne voleva sapere di accendersi. Dopo vari tentativi Gabriele Ferniani è riuscito a risolvere, ma sulla pedana di partenza Ricciardi e Bartolucci hanno pagato un minuto e cinquanta. Durante la prova speciale sono stati autori di una buona gara, concludendo al terzo posto della classe R2B nonostante la penalità di partenza che li ha tolti dalla lotta per il primo posto.

Quarta ed ultima gara della Coppa di Zona Rally Appennino Reggiano, storica e prestigiosa gara su asfalto a Castelnuovo Ne Monti in provincia di Reggio Emilia: Ricciardi e Bartolucci hanno interpretato bene le prove speciali e fin dalle prime battute si sono trovati a lottare per le prime posizioni della loro classe, presentandosi allo start della ottava ed ultima prova come terzi e con un discreto vantaggio sui quarti. Ma la rottura di una colonnetta della ruota li ha costretti alla resa, fortunatamente senza danni fisici e pochi materiali. Sono stati persi punti preziosi per la Coppa di Zona, che però non hanno pregiudicato la partecipazione di diritto alla finale della Coppa Rally di Zona.

Finale Coppa Rally di Zona al Rally del Lazio-Cassino, con ben 155 iscritti: Ricciardi e Bartolucci si sono presentati al via con la Peugeot 208 R2B della V Sport Rally Team e per la prima volta si sono trovati anche nel dover rispettare le nuove regole sulle ricognizioni con tre soli passaggi per prova e con il gps a bordo che controlla la velocità per il rispetto dei limiti che trovano lungo le strade interessate. Il Rally del Lazio-Cassino si è disputato su due tappe la prima in notturna con due le prove; Ricciardi e Bartolucci hanno cercato di capire il set up della nuova macchina per poi poter fare delle modifiche e quindi a fine prima tappa si sono ritrovati nelle retrovie. L'indomani, nelle sei prove della seconda tappa, l’equipaggio del Racing Team Le Fonti è riuscito ad imprimere maggiormente il passo e i tempi, risalendo la classifica fino al terzo posto della classe R2B del CRZ. Il bilancio per Ricciardi e Bartolucci di questa Coppa Rally di Zona Aci-Sprt è davvero importante: primo posto di classe della 5^Zona, primo posto del Trofeo Pirelli Accademia e terzi della Finale dove si sono confrontati con tutti gli avversari delle altre Zone, per loro vittoria anche nel campionato Rally Italian Trophy.

Sul versante International Rally Cup, serie su asfalto dove Ricciardi ha avuto al suo fianco la sua compagna Erica Ranalli come navigatrice e in gara sempre con la Peugeot 202 R2B, l’equipaggio del Racing Team Le Fonti è partito con il Rally del Taro a Borgo Val di Taro in provincia di Parma, un rally sempre molto difficile e tecnico dove Ricciardi ha ammesso di non aver guidato al meglio e fatto troppi errori che hanno portato solo l’ottavo posto di classe.

Altra gara del IRC il Rally del Casentino, con partenza da Bibbiena in provincia di Arezzo e otto le prove speciali divise in due tappe. Ricciardi e Ranalli hanno chiuso la prima tappa al settimo posto di classe, nelle prime prove della seconda tappa hanno guadagnato posizioni nell’assoluta e una nella loro classe, presentandosi così sesti prima della temutissima prova di Talla in notturna, di quasi trenta chilometri. In una destra secca si sono trovati davanti una macchina capottata: per evitare l’urto Ricciardi ha fatto derapare la macchina, girandosi più del dovuto. L'auto si è spenta, chiudendo alla fine sesti di classe R2B e sessantaduesimi assoluti.

Ancora più sfortunata la trasferta al Rally Elba IRC, Ricciardi e Ranalli non hanno visto neanche la pedana di partenza perché dopo lo shakedown pregara nel trasferimento per raggiungere il parco assistenza si è rotto il motore della Peugeot 208, con grande rammarico anche per FG Racing di Gabriele Ferniani che nulla ha potuto per ripristinare la macchina a poche ore dalla partenza. Fuori dai due campionati Franco Ricciardi con Mattia Bartolucci hanno partecipato al Rally Nazionale di Salsomaggiore Terme in provincia di Parma, sempre con la Peugeot 208 R2B, classe che vedeva alla partenza ben nove equipaggi, otto le prove speciali divise in due tappe, dopo una partenza senza prendersi rischi Ricciardi e Bartolucci sono stati artefici di una gara tutta in crescendo che li porta a vincere l’agguerrita classe R2B e una buonissima trentaquattresima posizione assoluta.

"Le gare sono state tutte belle, sudate, guidate, con sorrisi e dispiaceri ma fa parte del gioco - le parole di Ricciardi e Bartolucci -. La gara più bella, è difficile da scegliere, quando sei in macchina sono tutte molto belle anche perché facciamo ciò che amiamo, però le gare su terra sicuramente sono le più belle è il fondo diverso ad ogni gara che fa la differenza. Essere arrivati alla finale di Coppa di Zona al Rally del Lazio- Cassino è sicuramente stato un bel traguardo. I ringraziamenti per questa buona stagione vanno in primis alle nostre compagne Erica Ranalli e Chiara Pierotti che sono state indispensabili, specialmente in alcune gare ci hanno dato quel supporto in più che ci voleva. Poi Andrea Nucita che ci ha seguito in quasi tutte le gare fin dalle ricognizioni, per tutti i consigli impeccabili dei quali abbiamo fatto tesoro che ci hanno fatto crescere molto, alzando la famosa asticella. A Gabriele Ferniani FG Racing per averci seguito tutto l'anno con alti e bassi ma sempre con impegno. La Vsport Rally Team che ci ha fornito la macchina per la finale, che dire molto molto professionali. Ed infine grazie alla nostra scuderia, il Racing Team Le Fonti di Meldola che con il suo Presidente Paolo Ragazzini che sui campi di gara o da casa non ci fa mancare il suo supporto da ex pilota e pubblicando sempre i comunicati delle nostre gare. Queste vittorie le dedichiamo alle nostre compagne, a tutti i nostri sostenitori, economici e sportivi e in particolare alla nostra scuderia Racing Team Le Fonti per i suoi 30 anni di attività raggiunti proprio in questo 2023". Il 2024 è alle porte e Franco Ricciardi e Mattia Bartolucci stanno preparando un'altra stagione da protagonisti, “sempre con la Passione di fare sport” come il motto della loro scuderia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Automobilismo, per Franco Ricciardi e Mattia Bartolucci un 2023 da incorniciare

ForlìToday è in caricamento