rotate-mobile
Altro

Calcio a 5, il big match va al Balca: Oleodinamica Forlivese bella, ma non cinica

Il Forlì, secondo in classifica, deve guardarsi le spalle dal ritorno della Real Casalgrandese, a sole due lunghezze

Va al Balca lo scontro al vertice tra le due compagini che arrivavano allo scontro diretto entrambe a punteggio pieno. Una rete per tempo sono bastate ai ragazzi di mister Andrejic per avere la meglio sull’Oleodinamica Forlivese al termine di una partita d’alto livello giocata sempre sul filo del rasoio e che ha visto i padroni di casa aggiudicarsi l’intera posta grazie ad un maggior cinismo realizzativo mancato, soprattutto nella prima frazione, ai ragazzi di mister Vespignani.

La partita

In avvio Forlì si affaccia in avanti con una punizione di Vittozzi neutralizzata da Di Bitonto al 4′ e una conclusione a fil di palo di Rossi al 7′. Balca che scalda i motori intorno all’8 di gioco, prima Cassano compie un autentico miracolo su Qerreti all’8 ma poi un minuto dopo non può nulla sulla conclusione di Conti che sblocca il risultato. La reazione forlivese passa per una conclusione sotto porta di Bruno servito da Benhya che va alta sopra la traversa al 15′ e una conclusione di Horikawa che impegna Di Bitonto. Sul ribaltamento Balca vicino al raddoppio con un tap-in sul palo di Simone dopo una prima parata di Cassano. Nel finale di frazione è due volte Benhya a sfiorare il pareggio, al 21′ con una conclusione da buona posizione alta sulla traversa poi sprecando sotto porta una facile deviazione.

Dopo una prima frazione molto più vivace la ripresa è meno brillante ma non per questo meno intensa. Al 5′ Cassano dice no a Cherroud dall’altra parte è capitan Cangini a sfiorare la traversa. Al 25′ Fadiga ha l’occasione a porta sguarnita per il raddoppio ma Simone salva sulla linea. Ma la gioia per Fadiga è rinviata di un solo giro di lancette quando al 26′ trova il raddoppio. Al 27′ ancora protagonista Fadiga che rimedia il secondo giallo. Forlì prova a sfruttare la superiorità anche con Cassano quinto di movimento ma la difesa locale regge e al ritorno in parità numerica non c’è più tempo e i direttori sanciscono col triplice fischio la vittoria dei locali.

Il Forlì, secondo in classifica, deve guardarsi le spalle dal ritorno della Real Casalgrandese, a sole due lunghezze, e vorrà subito riprendere a far punti fin da sabato prossimo quando al Pala Marabini andrà in scena il derby col Rimini che nel turno appena giocato ha pareggiato in casa col Santa Sofia per 5-5 salendo al nono posto in classifica con 3 punti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio a 5, il big match va al Balca: Oleodinamica Forlivese bella, ma non cinica

ForlìToday è in caricamento