Venerdì, 19 Luglio 2024
Altro

Ciclismo, il Giro d'Italia Women attraversa la Romagna: il percorso della tappa

Il presidente Bonaccini: "Siamo orgogliosi di ospitare un altro importante appuntamento sportivo dedicato al ciclismo"

Il ciclismo di nuovo sulle strade dell’Emilia-Romagna con il Giro d’Italia Women. A pochi giorni dalla Grande partenza del Tour de France, e cento anni dopo Alfonsina Strada di Castelfranco Emilia (Mo), la prima e unica donna ad aver partecipato al Giro d’Italia maschile, una nuova importante manifestazione che vedrà protagoniste le campionesse delle due ruote. Si parte il 9 luglio con la Sabbioneta-Toano per proseguire il 10 con la Imola-Urbino, due tappe che per quasi 250 chilometri attraverseranno le province di Reggio Emilia, Bologna, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini.

“Abbiamo ancora negli occhi le immagini entusiasmanti della Grande Partenza Firenze/Emilia-Romagna del Tour de France e già ci prepariamo ad applaudire le campionesse del Giro d’Italia Women - ha detto il presidente della Regione, Stefano Bonaccini -. A loro e a tutta la carovana del Giro il nostro benvenuto in Emilia-Romagna. Siamo orgogliosi di ospitare un altro importante appuntamento sportivo dedicato al ciclismo, una disciplina che in Emilia-Romagna vanta solide tradizioni e un presente fatto di tantissimi appassionati e praticanti. E che permetterà ancora una volta di far conoscere e promuovere il nostro bellissimo territorio”

Le due tappe

Un nuovo, prestigioso appuntamento per la Sport Valley emiliano-romagnola, che rientra nel calendario di eventi coordinato da Giammaria Manghi, capo della segreteria politica della Presidenza della Regione.

Sabbioneta (Mn) – Toano (Re): 113 km e un dislivello di 1.100 mt. Una tappa nettamente divisa in due parti: la prima fino a Ponte Secchia tutta in leggerissima ascesa attraverso la pianura Padana e gli ultimi 12 km tutti in salita fino all’arrivo. La salita finale di circa 11 km effettivi, primo Gran Premio della montagna del Giro, presenta una prima parte attorno al 6% per alleggerire lo sforzo dopo la località “La Collina”.  Nel tratto finale una breve discesa prima della rampa che immette nel centro di Toano con pendenze fino al 12%.  Una tappa che toccherà - dopo il tratto iniziale in provincia di Mantova e Cremona – una serie di località tutte in provincia di Reggio Emilia: Poviglio, Castelnuovo di Sotto, Campegine, Calerno, Montecchio Emilia, Bibbiano, Quattro Castella, Montecavolo, Puianello, Albinea, Scandiano, Casalgrande, Veggia, Castellarano, Roteglia, Ponte Secchia, La Collina, Toano.

Imola (Bo)-Urbino (Pu): 134 km e un dislivello di 1.500 mt. Anche in questo caso un percorso diviso tra una prima parte completamente pianeggiante e un finale molto mosso. Da Imola fino a Savignano sul Rubicone si segue la via Emilia praticamente rettilinea e pianeggiante. Dopo Savignano si entra progressivamente nell’Appennino romagnolo. Si attraversa la Repubblica di San Marino dove è posto un Gran premio della montagna e si raggiunge direttamente Urbino con alcune ulteriori salite oltre allo strappo finale di arrivo.

Una tappa che tocca, per quanto riguarda il tratto emiliano-romagnolo, le seguenti località nelle province di Bologna, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini, prima del passaggio in provincia di Pesaro-Urbino: Imola, Castel Bolognese, Faenza, Forlì, Forlimpopoli, Torre del Moro, Cesena, Gambettola, Savignano sul Rubicone, Montalbano, Canonica, Sant’Andrea, Ponte Verucchio. Tappa che tocca anche la Repubblica di San Marino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclismo, il Giro d'Italia Women attraversa la Romagna: il percorso della tappa
ForlìToday è in caricamento