rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Automobilismo / Meldola

Al Gran Premio Nuvolari anche un trofeo in memoria del pilota meldolese Aldo Riva

Tutto lo staff organizzativo del Racing Team Le Fonti sta lavorando con impegno per accogliere in Romagna nel migliore dei modi i partecipanti senza lasciare nulla al caso

Allo start la 32esima edizione del Gran Premio Nuvolari, la manifestazione internazionale di regolarità per auto storiche più tecnica d’Italia, che fino a domenica riunirà il gotha dei gentlemen drivers insieme a vetture dal fascino intramontabile per onorare il mito del “Grande Nivola”, sportivo leggendario, che più di ogni altro ha segnato la storia dell’automobilismo del XX secolo. Tutto lo staff organizzativo del Racing Team Le Fonti sta lavorando con impegno per accogliere in Romagna nel migliore dei modi i partecipanti senza lasciare nulla al caso per questo prestigioso evento di auto storiche, di fama mondiale, la scuderia meldolese è supportata dai Comuni di Predappio, Meldola e Faenza, dalle Proloco da Protezione Civile locali, su Faenza importante supporta dal Gruppo Municipale Palio del Niballo capitanata dal Reggente Marino Baldani e dalla Scuderia Top Driver di Fabio Villa.

Il Gran Premio Nuvolari a Predappio

Nell’anno in cui si festeggia il 130° anniversario della nascita del Mantovano Volante, ricorrenza importante che verrà celebrata grazie all’impegno organizzativo di Mantova Corse, l’evento registra un numero di presenze record: sono infatti 312 gli equipaggi proventi dai cinque continenti e selezionati da un’apposita commissione che prenderanno parte alla competizione, a testimonianza del forte entusiasmo che circonda quella che è considerata una delle gare più belle al mondo. Come da consolidata trentennale tradizione del Gran Premio Nuvolari, il numero 1 verrà riservato simbolicamente al più grande pilota di tutti tempi, il mitico Tazio Nuvolari. Il numero 2 verrà assegnato ad una vettura iscritta dal Museo Nazionale dell’Automobile e condotta dall’equipaggio De Angelis-Del Gaudio: la superba Cisitalia 202 Smm Nuvolari, la prima ed unica vettura mai intitolata a un pilota automobilistico. Numerosi i paesi in rappresentanza di tutti i continenti (Italia, Germania, Svizzera, Olanda, Stati Uniti, Lituania, Gran Bretagna, Russia, Austria, Belgio, Uruguay, Argentina, Giappone, Colombia, Polonia, Libano, Montecarlo, San Marino) e 48 le case automobilistiche in gara, dalle italiane Alfa Romeo, Maserati, Lancia, Ferrari e Fiat, alle inglesi Jaguar, Aston Martin, Bentley e Triumph, dalle tedesche Mercedes, Bmw e Porsche fino alle pursang francesi firmate Ettore Bugatti.

È interessante anche notare che una parte importante delle prove cronometrate del Gran Premio Nuvolari previste in Emilia Romagna, durante la prima e la terza tappa, si correranno proprio all’interno della Motor Valley, terra di motori e passione automobilistica, culla delle auto entrate nella leggenda. Grazie all’attenta collaborazione con le amministrazioni locali, alcune prove si svolgeranno proprio nel centro storico delle città, così da permettere agli appassionati di ammirare le straordinarie vintage car durante i Gran Premio Nuvolari 2022. Venerdì è in programma la prima tappa. Le auto storiche partiranno da Piazza Sordello, il cuore della città lombarda. Attraverseranno le suggestive strade dell’Emilia, fino ad arrivare all’Autodromo di Modena: break per il pranzo e prove cronometrate. Si continuerà poi sugli Appennini fino ad Imola, nel celebre “Autodromo Enzo e Dino Ferrari” di Formula 1. Infine, sulle colline romagnole verso il Mare Adriatico con arrivo a Cesenatico. La suggestiva location del Grand Hotel da Vinci aprirà le porte ai partecipanti per la serata. In questa prima tappa la Romagna è direttamente interessata, con le prove cronometrate sul circuito di Imola e la prova a media di Modigliana scalando il Monte Trebbio teatro di tante sfide del Rally Colline di Romagna negli anni 70 e 80, passaggio a Predappio Alta si scende a Predappio per il suggestivo controllo a timbro alle ore 18,15 in Piazza Sant’Antonio poi i concorrenti affronteranno le prove cronometrate sulla mitica Rocca delle Caminate allestite dal Racing Team Le Fonti di Meldola, raggiungeranno poi Cesenatico con il suo caratteristico porto canale.

Domenica terza ed ultima tappa, “La Romagna Protagonista”: Gli equipaggi faranno ritorno a Mantova. Il percorso riserverà le ultime sfide, decisive per decretare il vincitore. Partendo da Rimini, subito le prime prove cronometrate al centesimo di secondo, si scalerà poi Bertinoro il “Balcone della Romagna” dove salendo in direzione Collinello, Polenta di Dante per scendere poi a Fratta Terme vi sarà una prova a media, i concorrenti si confronteranno poi sulle le temutissime prove cronometrate di Meldola-Rocca delle Caminate-Predappio, non prima della passerella per il controllo a timbro dalle 8 in Piazza Felice Orsini , accoglienza organizzata dal Racing Team Le Fonti che da 15 anni in sinergia con il Comune riesce a portare la prestigiosa manifestazione nel paese della Val Bidente, ancora Romagna protagonista con un suggestivo passaggio da Faenza, ospiti del comune Manfredo e della Scuderia di Formula 1 Alpha Tauri, davanti all’esperto pubblico di Piazza del Popolo dalle 9 si svolgeranno tre inedite prove cronometrate nell’atmosfera medievale con musici e sbandieratori del Palio del Niballo fiore all’occhiello della città della ceramica. Anche in questa occasione il supporto del Racing Team le Fonti è importante, con la collaborazione del Gruppo Municipale Palio del Niballo e della immancabile Scuderia locale “Top Driver”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Gran Premio Nuvolari anche un trofeo in memoria del pilota meldolese Aldo Riva

ForlìToday è in caricamento