Martedì, 23 Luglio 2024
Automobilismo / Meldola

La Romagna esalta il Gran Premio Nuvolari: anche un trofeo in memoria del meldolese Aldo Riva

L'accoglienza è organizzata dal Racing Team Le Fonti che da dodici anni in sinergia con il Comune, il supporto della Pro Loco e Protezione Civile riesce a portare la prestigiosa manifestazione nel paese della Val Bidente

Manca poco alla 33ª edizione del Gran Premio Nuvolari, l'evento internazionale di regolarità per auto storiche che da venerdì a domenica riunirà a Mantova, in piazza Sordello, i gentlemen drivers provenienti da tutto il mondo con le loro affascinanti vetture d'epoca per onorare la memoria del “Grande Nivola”, icona senza tempo e sportivo leggendario che ha scritto alcune delle pagine più importanti della storia dell'automobilismo del ventesimo secolo. L’edizione di quest’anno sarà ancora più coinvolgente e ricca di novità.

Lungo un percorso di 1.130 km tra le meravigliose regioni centro-settentrionali d'Italia e i loro panorami suggestivi gli equipaggi attraverseranno Lombardia, Emilia Romagna, Marche, Toscana e Umbria. Come da consolidata tradizione del Gran Premio Nuvolari, il numero 1 verrà riservato simbolicamente al più grande pilota di tutti tempi, il mitico Tazio Nuvolari. Poi una rappresentanza di GT, moderne Gran Turismo, e quindi le 275 auto storiche provenienti dai numerosi paesi in rappresentanza di tutti i continenti e le 49 le case automobilistiche in gara, dalle italiane Alfa Romeo, Maserati, Lancia, Ferrari e Fiat, alle inglesi Jaguar, Aston Martin, Bentley e Triumph, dalle tedesche Mercedes, Bmw e Porsche fino alle pursang francesi firmate Ettore Bugatti. Quest’anno saranno più di 100 le vetture anteguerra (fabbricate dal 1932 al 1939) che prenderanno parte alla manifestazione. Significativa anche la presenza di numerose auto degli anni ’50; saranno 150 i partecipanti che correranno il Gran Premio con vetture dei marchi Ferrari, Jaguar e Porsche.

Insieme alle vetture gioiello sarà possibile anche riconoscere i migliori top driver di categoria, da Alberto Aliverti, vincitore della passata edizione a Vesco, Passanante, Turelli, Fontanella, Di Pietra, Sisti, solo per citarne alcuni. Sarà l’occasione per festeggiare il rientro di Alessandro Gamberini, reduce da un importante incidente nell’estate 2022. La leggenda sportiva del “Grande Tazio” è sempre forte e presente e rivive ogni anno con rinnovata passione attraverso il Gran Premio, grazie agli appassionati che condividono le emozioni di un viaggio straordinario a bordo di veri e propri capolavori di storia, meccanica e design. Con una particolare sensibilità alle tematiche inerenti la salvaguardia dell’ambiente, verrà riproposta anche quest’anno l’iniziativa “Gran Premio Nuvolari Green”, un’importante azione di ecologizzazione realizzata con il patrocinio del Comune di Mantova. L’impatto ambientale provocato dalla circolazione delle auto storiche partecipanti all’evento verrà compensato dalla piantumazione, in aree selezionate, di un numero tale di alberi ad alto fusto da bilanciare la quantità totale di CO2 emessa.

La Romagna feudo del Gran Premio Nuvolari

Venerdì la Romagna è direttamente interessata, con le prove cronometrate sul circuito di Imola il controllo orario nella centralissima Piazza G.Carducci di Brisighella e la prova di media scalando la Carla scendendo a Marzeno, passaggio a Predappio i concorrenti affronteranno le prove cronometrate sulla mitica Rocca delle Caminate allestite dal Racing Team Le Fonti di Meldola, raggiungeranno poi Cesenatico con il suo caratteristico porto canale. Domenica, terza ed ultima tappa, “La Romagna Sempre Protagonista”: Gli equipaggi faranno ritorno a Mantova.

Il percorso riserverà le ultime sfide, decisive per decretare il vincitore. Partendo da Rimini, subito le prime prove cronometrate al centesimo di secondo, si scalerà poi Bertinoro il “Balcone della Romagna” dove salendo in direzione Collinello, Polenta di Dante per scendere poi a Fratta Terme vi sarà una prova a media, i concorrenti si confronteranno poi sulle le temutissime prove cronometrate di Meldola-Rocca delle Caminate-Predappio, non prima della passerella per il controllo a timbro in Piazza Felice Orsini.

L'accoglienza è organizzata dal Racing Team Le Fonti che da dodici anni in sinergia con il Comune, il supporto della Pro Loco e Protezione Civile riesce a portare la prestigiosa manifestazione nel paese della Val Bidente. Ancora Romagna protagonista con un suggestivo passaggio da Faenza, ospiti del comune Manfredo e della Scuderia di Formula 1 Alpha Tauri. Davanti all’esperto pubblico di Piazza del Popolo si svolgeranno tre inedite prove cronometrate nell’atmosfera medievale con musici e sbandieratori del Palio del Niballo fiore all’occhiello della città della ceramica.

Anche in questa occasione il supporto del Racing Team le Fonti è importante, con la collaborazione del Gruppo Municipale Palio del Niballo e della immancabile Scuderia locale “Top Driver”, prima di dirigersi a Ferrara ancora una sessione di prove sul Circuito Enzo Dino Ferrari di Imola. L’arena di Piazza Ariostea sarà il colpo d’occhio che Ferrara riserverà ai partecipanti. Sarà poi la volta del rientro in terra mantovana. Il pranzo verrà servito presso la location millenaria di Castel d’Ario, paese natale di Tazio Nuvolari, finalmente l’arrivo a Mantova dopo 3 giorni e 1.130 chilomeri di gara, e la premiazione tra le accoglienti facciate storiche di Piazza Sordello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Romagna esalta il Gran Premio Nuvolari: anche un trofeo in memoria del meldolese Aldo Riva
ForlìToday è in caricamento