rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Pugilato

Palazzo Albicini celebra le glorie del pugilato italiano: torna la "Hall of Fame" con tanti ospiti

Nel corso dell’evento, promosso dal quotidiano online Boxeringweb, saranno proiettati filmati, ascoltate preziose testimonianze e premiati  campioni di ieri e di oggi

Sabato, nel salone d’onore di Palazzo Albicini in corso Garibaldi 80 nei locali gestiti da Aurora Aps avrà luogo la quarta edizione della Hall of Fame del Pugilato Italiano. Nel corso dell’evento, promosso dal quotidiano online Boxeringweb, saranno proiettati filmati, ascoltate preziose testimonianze e premiati  campioni di ieri e di oggi. Sei grandi personaggi ai vertici della boxe italiana  saranno celebrati nel corso di una serata di gala. Entreranno nella "sala della gloria"  tra i "Moderni", i campioni del mondo come Mario D’Agata (pesi gallo), Rocky Mattioli (superwelter), Valerio Nati (supergallo) e Michele Piccirillo (welter).

Il quinto ad essere celebrato sarà Umberto Branchini, il più grande manager nella storia del pugilato italiano. L’uomo che ha amministrato undici campioni del mondo (Miguel Angel Cuello, Rocky Mattioli, Chartchai Chionoi, Francesco Damiani, Loris Stecca, Maurizio Stecca, Valerio Nati, Kamel Bou Ali, Salvatore Burruni, Pedro Carrasco, Franco Udella) e 43 campioni europei. Tra i Pionieri il riconoscimento andrà a Enrico Venturi (campione europeo dei leggeri nel 1935).

A ritirare il premio a nome di Umberto Branchini il figlio Giovanni noto procuratore di calcio internazionale, mentre a ricevere il riconoscimento per Mario D’Agata ci sarà la figlia  Anna Maria coautrice di una biografia di suo padre. Ospite d’onore l’unico pugile italiano attualmente in possesso del titolo Europeo Alessio Lorusso, laureatosi campione dei pesi gallo 15 giorni fa a Monza. Presenta la serata l’inviato Rai Davide Novelli e lo scrittore Dario Torromeo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Albicini celebra le glorie del pugilato italiano: torna la "Hall of Fame" con tanti ospiti

ForlìToday è in caricamento