Altro

Memorial Pantani, Castrocaro in festa. A Cesenatico trionfa il campione europeo Sonny Colbrelli

A dare lo start ai 159 corridori in gara (24 squadre, cinque delle quali del World tour) il sindaco Marianna Tonellato, affiancata dall'assessore al Turismo Liviana Zanetti

Castrocaro Terme e Terra del Sole hanno ospitato sabato mattina in un clima di festa il via della 18esima edizione del Memorial Pantani, prova in linea facente parte dell'Uci Europe Tour (classe 1.1) con traguardo a Cesenatico dopo 196 chilometri di sali e scendi sui colli del Forlivese e del Cesenate. A trionfare è stato il campione europeo Sonny Colbrelli (Bahrain Victorius), precedendo Vincenzo Albanese (Eolo-Kometa), terzo Alex Aranburu (Astana-Premier).

A dare lo start ai 159 corridori in gara (24 squadre, cinque delle quali del World tour) il sindaco Marianna Tonellato, affiancata dall'assessore al Turismo Liviana Zanetti. La prima azione avviene nel circuito di Castrocaro Terme, con 9 atleti: Hernaiz (Eolo-Kometa), Davide Bais (Eolo-Kometa), Dapporto (Nazionale Italiana), Nesi (D'Amico um tools), Carollo (Mg.K Vis Vpm), Schneiter (Vini Zabù), Mattia Bais (Androni Giocattoli), Doubey (Totalenergies) e Iacchi (Vini Zabù), a cui si è aggiunto poi Antonio Angulo (Euskaltel-Euskadi) . I fuggitivi, orfani poi di Carollo, raggiungono un massimo vantaggio sul plotone di 4'45 all'inizio della salita per Montevecchio. Dopo tre passaggi è il cantabrico Angulo ad aggiudicarsi la maglia di campione del Gpm.

A 46 chilometri dal traguardo i fuggitivi Davide Bais (Eolo-Kometa), Mattia Bais (Androni Giocattoli), Doubey (Totalenergies), Piccolo (Nazionale Italiana) e Angulo (Eusklatel-Euskadi) conservavano ancora un margine di 44" di vantaggio sul gruppo. A fare il ritmo sulla salita di Longiano l'Uae Team Emirates, spianando la strada all'azione di Trentini e Ulissi. Quest'ultimi si sono accodati ai cinque battistrada insieme a Kudus (Astana-Premier), Battistella (Astana-Premier), Williams (Bahrain), Colbrelli (Bahrain), Geohegan (Ineos Grenadiers), Rubio Reyes (Movistar), Villella (Movistar), Burgadeau (Totalenergies), Aranburu (Astana-Premier), Pernsteiner (Bahrain), Ravanelli (Andorni), Gabburo (Bardiani), Zana (Bardiani), Albanese (Eolo-Kometa), Christian. (Eolo-Kometa), Martin Sanz (Euskaltel-Euskadi), Ferron (Totalenergies), De Marchi (Nazionale Italiana) e Sbaragli (Nazionale Italiana).

Al primo passaggio sul traguardo di Cesenatico il gruppo di testa aveva ha vantaggio di 1'50", salito poi a 2'55" al secondo giro. A 4 chilometro dall'arrivo uno stremato Davide Bais (Eolo-Kometa) si stacca dalla testa. A 2 chilometro dall'arrivo ci prova Zana (Bardiani Csf), ma viene subito stoppato dal drappello. Si decide quindi negli ultimi metri: ad aggiudicarsi il Memorial è Colbrelli (Bahrain Victorius) su Albanese (Eolo-Kometa) e Aranburu (Astana-Premier).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Memorial Pantani, Castrocaro in festa. A Cesenatico trionfa il campione europeo Sonny Colbrelli

ForlìToday è in caricamento