rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
MotoGp

Svelata a Verona la nuova Yamaha di Dovizioso: "Vent'anni nel Motomondiale? Utili per evitare errori"

Il 2022 dell'ex iridato della 125cc, che per tre volte ha sfiorato il titolo nella top class con la Ducati dal 2017 al 2019, si baserà anche sull'esperienza accumulata sul finire del 2021

Andrea Dovizioso si prepara a scendere in pista per la ventesima stagione nel Motomondiale. Nella splendida cornice del teatro Filarmonico di Verona è stata presentato il WithU Yamaha RNF MotoGp. Al centro del palcoscenico la M1, che il pilota forlivese insieme al compagno di squadra Darryn Binder porterà al debutto sul tracciato di Sepang dal 4 al 6 febbraio in occasione della prima sessione di test invernali.

Il 2022 dell'ex iridato della 125cc, che per tre volte ha sfiorato il titolo nella top class con la Ducati dal 2017 al 2019, si baserà anche sull'esperienza accumulata sul finire del 2021, che l'ha visto rientrare nel circus con la Yamaha del team Petronas dopo un lungo periodo fuori dalle competizioni a seguito della fine del matrimonio con la Casa di Borgo Panigale, disputando cinque gare. 

MotoGp, svelata la nuova Yamaha di Andrea Dovizioso

"Essere subentrato è stato difficile, e lo sapevamo, ma perfetto e fondamentale per fare il test di fine anno con la moto nuova a Jerez De La Frontera - ha affermato Dovizioso -. Ci ha dato la possibilità di dare maggiori feedback agli ingegneri e alla squadra per lavorare il più possibile questo inverno e arrivare ai test in Malesia più pronti possibile. Non è stato facile, perchè è stato un cambiamento grosso, ma era fondamentale per me conoscere il team e la moto per cercare di essere più pronti e veloci".

Dovizioso, 36 primavere il prossimo 23 marzo, ha trascorso gran parte della sua vita tra i box del Motomondiale: "Vent'anni sono tanti, ma l'esperienza accumulata è utile per evitare di commettere errori e sapere su cosa lavorare. Ma dall'altro ti può anche condizionare e quindi bisognerà essere bravi a gestire questi due aspetti".

Al suo fianco avrà il rookie Binder: "Il suo salto dalla Moto3 alla Motogp è enorme e lo shock nel primo test è stato enorme. Mi piace parlare con i piloti. In questa MotoGp, dove siamo molto vicini, bisogna essere tranquilli e non guardare la posizione, cercando di fare i propri test. E' il modo migliore per progredire continuamente". 

Il forlivese si presenterà fisicamente pronto per i test di Sepang: "Mi sto allenando molto in palestra e sulla mia moto da motocross. Ho rimosso la placca sulla clavicola all'inizio di dicembre per sentirmipiù a mio agio, anche fisicamente. Tutto procede bene". Sulla livrea della M1, dove dominano blu e nero, Dovizioso non ha dubbi: "E' molto bella".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svelata a Verona la nuova Yamaha di Dovizioso: "Vent'anni nel Motomondiale? Utili per evitare errori"

ForlìToday è in caricamento