rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
MotoGp

MotoGp Austria, una caduta rovina il piano di Dovizioso: solo 19esimo in griglia

Il forlivese, prima delle qualifiche, è incappato in una scivolata nelle FP4 nella staccata in fondo al rettilineo del traguardo che, ammette il pilota della Yamaha del team WithU, "non è stata sicuramente d'aiuto in termini di feeling e fiducia

Andrea Dovizioso scatterà dalla 19esima posizione nel Gran Premio d'Austria. Il forlivese, prima delle qualifiche, è incappato in una scivolata nelle FP4 nella staccata in fondo al rettilineo del traguardo che, ammette il pilota della Yamaha del team WithU, "non è stata sicuramente d'aiuto in termini di feeling e fiducia. Per questo motivo non abbiamo potuto utilizzare la nostra configurazione, perché l'altra moto non era configurata col set-up provato. Ci ho provato, ma non sono riuscito a fare un tempo sul giro molto speciale". Conclude Dovizioso: "Sono un po' deluso, perché stavamo migliorando un po' il nostro passo, cosa importante anche per la posizione, ma comunque la gara qui in Austria è molto lunga. Vediamo domenica se riusciamo a sistemare il setup".

A prendersi la pole è stato Enea Bastianini grazie al crono di 1'28"772, precedendo di 24 millesimi la rossa di Pecco Bagnaia. "Sono contentissimo per questa prima pole in carriera nella top class - le parole del pilota riminese -. Era dalla Moto3 che non partivo davanti a tutti, ma questa ha un valore aggiunto". A caldo l'ex iridato della Moto2 si è detto ottimista per la gara: "Non è stata facile, ma dalle Fp4 abbiamo fatto uno step in avanti e siamo pronti per la gara". E' notizia del giorno l'annuncio dell'introduzione, solo per la MotoGp, della Sprint Race per animare il sabato, che coprirà la metà dei giri di un normale gran premio. La "Bestia" con ironia ha espresso il suo parere contrario: "Non so se sarà una cosa bene per me che vengono fuori negli ultimi giri".

Tornando alle qualifiche, Bastianini si è messo alle spalle un Bagnaia che nelle ultime libere è finito a terra: "I meccanici sono stati bravissimi a sistemare la moto - è l'elogio del 63 alla sua squadra -. Con la seconda moto avrei fatto più fatica". Ma non è stata una Q2 facile: "Nel primo run non avevo grip con la gomma posteriore ed ho sprecato due giri". Sulla gara è consapevole che Bastianini sarà tra gli avversari da battere: "Enea è tutto il weekend che fa forte, ma nelle Fp4 abbiamo fatto un grosso passo in avanti, andando in una direzione positiva". Completa la prima fila l'altra rossa di Jack Miller, a 109 millesimi dalla pole. 

Il leader del mondiale, Fabio Quartararo, ha limitato i danni, piazzando la sua Yamaha al quinto posto tra le Ducati Prima Pramac di Jorge Martin e Johann Zarco. Nella top ten ci sono anche Maverick Vinales con la prima Aprilia (+0.363), poi Joan Mir con la Suzuki (+0.483), Aleix Espargaro (Aprilia) e Fabio Di Giannantonio (Ducati Gresini), quest'ultimi promossi dalla Q1. Cosi gli altri italiani: 13esimo Luca Marini (Ducati), 16esimo Franco Morbidelli (Yamaha), 19esimo Dovizioso (Yamaha RNF), 20esimo Marco Bezzecchi (Ducati VR46) e 24simo Lorenzo Savadori con la terza Aprilia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MotoGp Austria, una caduta rovina il piano di Dovizioso: solo 19esimo in griglia

ForlìToday è in caricamento