rotate-mobile
Sport

Anche la forlivese Linda Cecchi ai Campionati Europei di Taekwondo

Negli ultimi anni la sezione Taekwondo ha portato al successo numerosi atleti, tra cui moltissime ragazze, e Linda è solo l'ultimo prodotto della scuola femminile targata Edera

Ci sarà anche una forlivese ai Campionati Europei Junior di Taekwondo, e si tratta di Linda Cecchi, classe 2003, in forza alla Polisportiva Edera, la storica società forlivese che ormai da decenni sforna campioni un pò in tutte le discipline. Negli ultimi anni la sezione Taekwondo ha portato al successo numerosi atleti, tra cui moltissime ragazze, e Linda è solo l'ultimo prodotto della scuola femminile targata Edera.

La forlivese che nel 2019 ha trionfato sia ai Campionati Italiani che alla Coppa Italia combatterà questo sabato nella categoria -52kg, nella splendida cornice di Marina d'Or in Spagna. Linda, 16 anni, frequenta la classe 3°D del Liceo Scientifico di Forlì indirizzo tradizionale, sicuramente molto impegnativo, ma che grazie al progetto Studente/Atleta di alto livello voluto dalla Dirigente e coadiuvato dagli insegnanti in collaborazione col Coni e con la Federazione Italiana Taekwondo ha permesso ad atleti come Linda di riuscire bene sia nel profitto scolastico che nello sport. Nella categoria di Linda ci sono altre 33 ragazze, la categoria più numerosa dell'Europeo nel femminile e sicuramnte anche la più difficile. Nonostante Linda sia sicuramente una delle più titolate ad accreditarsi almeno una medaglia, almeno altre 6-7 ragazze hanno un palmares superiore al suo, due delle quali con medaglie agli ultimi Campionati del Mondo Assoluti,dove aveva partecipato un' altra ederina, Corelli Martina che ora è passata nel gruppo sportivo Esercito. Senza dubbio sarà fondamentale il sorteggio che avverrà la sera prima della competizione dopo che tutte la ragazze avranno effettuato le operazioni di peso. Nella categoria juniores non essendoci il ranking, il sorteggio è puramente casuale e di conseguenza per non doversi scontrare subito con le più forti ci vuole un pizzico di fortuna.  

Commenta l'allenatore Filippo Rosati: "Linda è sicuramente una atleta fortissima, è sempre molto determinata e per sconfiggerla bisogna essere davvero forti, quindi sono tranquillo che farà bene. Se non dovesse arrivare una medaglia so che sarà solo perchè ha affrontato un'atleta del suo livello o più forte, a volte sono solo gli episodi che decidono un incontro, quindi speriamo di essere fortunati, anche nel sorteggio. Essendo una 2003 ha ancora un anno da junior e quindi questa gara deve essere il suo punto di partenza dopo anni in cui arrivare seconda era quasi diventata un'abitudine. Certo, fare bene qui vorrebbe dire aprirsi un piccolo spiraglio in vista anche di Tokyo 2020. Ad Aprile si terranno le qualificazioni olimpiche europee proprio in Italia, a Milano, e sia Martina (ora all'Esercito) che Linda secondo me hanno le qualità per poter essere scelte dal direttore tecnico della nazionale per parteciparvi. Dopo sarà compito del direttore tecnico della Nazionale fare le scelte più giuste. A parte questo piccolo sogno che guardiamo da molto lontano, per Linda si tratta ancora di crescere, ha margini di miglioramento altissimi, è sempre molto determinata, competitiva ma sempre a suo agio nelle competizioni come fosse il suo pane quotidiano. Deve migliorare nella gestione del peso che negli sport da combattimento sono certamente la nota dolente dell'essere un atleta, ma anche qui Linda è seguita dalla Federazione tramite un nutrizionista ed una psicologa dello sport, insomma, anche la Federazione punta molto su di lei, e questo è un fattore d'orgoglio per la nostra società che non conta tanti tesserati ma che ha nella qualità il suo punto di forza. Speriamo che le nuove generazioni si possano appassionare a questo sport olimpico e scelgano di condividere con noi la loro crescita". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche la forlivese Linda Cecchi ai Campionati Europei di Taekwondo

ForlìToday è in caricamento