menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Motegi rievoca dolci ricordi a Dovizioso: "Pista speciale, saremo veloci"

Lo scenario è il circuito Twin Ring Motegi, tracciato situato a circa 145 chilometri a nord di Tokyo, dove la Ducati ha ottenuto grandi risultati

Il circus del Motomondiale arriva questo fine settimana nel paese del Sol Levante per il Gran Premio del Giappone, sedicesimo appuntamento della stagione, il secondo in territorio asiatico dopo la Tailandia 10 giorni fa. Lo scenario è il circuito Twin Ring Motegi, tracciato situato a circa 145 chilometri a nord di Tokyo, dove la Ducati ha ottenuto grandi risultati. Loris Capirossi ha vinto qui per tre stagioni consecutive (2005, 2006 e 2007), Casey Stoner ha fatto lo stesso nel 2010 e Andrea Dovizioso è riuscito conquistare il gradino più alto del podio in una memorabile gara sotto la pioggia nel 2017, dopo un entusiasmante testa a testa con Marc Márquez.

Lo scorso anno invece il forlivese è caduto mentre era in seconda posizione, in lotta con Márquez, e quindi quest'anno cercherà di ottenere un buon risultato che gli permetta di consolidare la sua seconda posizione in classifica. Le ultime quattro gare della stagione saranno fondamentali anche per decidere il titolo costruttori, nella cui classifica Ducati è seconda, e quello riservato alle squadre, in cui il Ducati Team rimane leader con 19 punti di margine.

"Con il Mondiale già assegnato in Tailandia, ora il nostro obiettivo principale è mantenere la seconda posizione, ed è per questo che lotteremo nelle prossime quattro gare - afferma Dovizioso -. Motegi è uno di quei circuiti speciali dove negli ultimi anni siamo stati molto competitivi. L’anno scorso abbiamo perso il podio mentre lottavamo per la vittoria, e penso che anche quest'anno saremo veloci. Dobbiamo continuare a lavorare sodo per migliorare in tutte le condizioni e in tutte le piste e in queste ultime quattro gare daremo il nostro massimo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento