rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Sport

Calcio a 5, l'At.ed.2 riconferma il portiere Nicola Bianchi

Nicola Bianchi difenderà anche nella prossima stagione la porta dell'AT.ED.2: Faentino di nascita, classe 1991, ma forlivese doc, Nicola è uno dei gioielli di casa essendo cresciuto nel vivaio biancorosso

Nicola Bianchi difenderà anche nella prossima stagione la porta dell'AT.ED.2: Faentino di nascita, classe 1991, ma forlivese doc, Nicola è uno dei gioielli di casa essendo cresciuto nel vivaio biancorosso. Dopo un anno  sabbatico Nicola è tornato a calcare i campi di Futsal nella passata stagione: "Quando la scorsa estate è arrivata la chiamata della società non ho potuto resistere alla voglia di tornare nel mondo del futsal con la possibilità addirittura di giocarmi il posto da titolare in seria A2 con Massafra e mi sono rimesso in gioco ".

Una stagione travagliata per il giovane portiere forlivese: " Ad Inizio stagione ho pensato solo a tornare ai livelli raggiunti prima di fermarmi - racconta Bianchi - mi sono allenato al massimo e vedevo settimana su settimana che il mio gap su Massafra diminuiva, anche grazie al suo aiuto ed i suoi consigli, poi nella giornata in cui dovevo esordire mentre preparavamo la partita il giovedì dopo uno scontro mi sono rotto il pollice". Un brutto colpo ma a dicembre la grande soddisfazione dell'esordio in serie A2: " Il palcoscenico era quello che tutti sognano il Pala Roma di  Montesilvano - ricorda con entusiasmo Bianchi - un emozione unica sotto gli occhi del portiere più forte del mondo Mammarella ad assistere in tribuna da spettatore e che a fine partita ho avuto l'onore di conoscere".

Ma dopo un mercato dicembrino ricco di sorprese con l'arrivo di Decrescenzo, Bianchi si deve riaccomodare in panchina: "Considero Diego uno dei portieri più forti della categoria, lavorare con lui mi ha dato tantissimo  ma per sua sfortuna ha subito un grave infortunio e questo mi ha permesso di giocare metà stagione da titolare nella seconda serie nazionale". Un carico molto pesante visto anche la classifica complicata della squadra: " Dopo un anno senza giocare partite ufficiali l'impatto è stato di un emozione indescrivibile, ero carico e determinato a dare il mio contributo per cercare di evitare la retrocessione".

Sforzi che non hanno comunque permesso alla squadra di evitare l'amaro epilogo ma Bianchi è consapevole di aver dato tutto per provarci: " Questa esperienza mi ha fatto capire l'importanza per un portiere di giocare con continuità e subito dopo la fine della stagione ho pensato di cambiar aria per cercare una squadra che mi desse questa opportunità".

Ma la voglia di riscattare una stagione negativa è stata più forte: "La voglia di rimettermi in gioco qui alla fine ha prevalso e voglio contribuire a far tornare il Forlì dove merita con l'obiettivo personale di guadagnarmi il posto da titolare". 

Nuovo progetto per la stagione ventura che stimola Bianchi: " La società sta costruendo una squadra di giovani italiani sul quale ho la più completa fiducia; non so ancora il nome del mio concorrente ma insieme ci alleneremo per rendere al mister la scelta difficile. La nostra forza dovrà essere il gruppo e sono sicuro che ci caveremo grosse soddisfazioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio a 5, l'At.ed.2 riconferma il portiere Nicola Bianchi

ForlìToday è in caricamento