menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Basket, il primo ko fa male: Udine sbanca il Palafiera e va avanti in Supercoppa

Nei quarti di Supercoppa contro Udine, Giachetti e compagni non riescono a ribadire la grinta e la cattiveria agonistica apprezzata nei primi tre match vinti del girone bianco

Arriva il primo ko stagionale per l’Unieuro: nei quarti di Supercoppa contro Udine, Giachetti e compagni non riescono a ribadire la grinta e la cattiveria agonistica apprezzata nei primi tre match vinti del girone bianco. Biancorossi mai con la gara in pugno o con la sensazione di potersi qualificare; la sconfitta in gara secca subita domenica sera all’Unieuro Arena elimina definitivamente Forlì dalla competizione.

L'analisi del coach - Il post partita

Parte con estrema precisione al tiro la gara: dopo 1’52’’ Benvenuti insacca la tripla del 7-8, e subito dopo Marini replica sempre da fuori area. Col passare dei minuti, i biancorossi peccano di concentrazione (commettendo anche un paio di errori clamorosi sotto canestro) e gli ospiti si portano a +5 (12-17) costringendo Dell’Agnello a spendere il primo timeout dell’incontro dopo 5’31’’. Bomba di Erik Rush che porta sotto di 4 i suoi a 7’8’’. L’Apu risponde colpo su colpo ai canestri dell’Unieuro, trovando la fortuna spesso e volentieri anche dalla distanza: l’ultima marcatura del primo quarto arriva a 9’20’’, quando Fabi da lontano fissa il 20-29.

Il secondo tempo vede i romagnoli entrare col piglio giusto, ma senza essere premiati: Udine non molla un centimetro, e continua a punire in ripartenza i padroni di casa. Verso la metà del quarto il match comincia a pendere verso i ragazzi di Alessandro Ramagli. A 5’31’’ Dell’Agnello chiama un timeout, quando i suoi sono sotto per 27-38. Primo time anche per l’Apu, dopo il canestro di Giachetti valevole il 31-40 a 7’48’’. All’intervallo, Udine conduce per 35-45. 31.6% di precisione al tiro per Forlì, 51.5% per i friulani.

Dopo la pausa lunga, l’Unieuro aggiusta la mira e riduce il corposo svantaggio: a 2’34’’, Erik Rush realizza e subisce fallo, risvegliando i supporters biancorossi. Udine chiama timeout sul 44-49, a match verosimilmente riaperto. Ritorna a +10 l’Apu grazie alla tripla di Amato a 3’57’’, per la gioia dei circa 30 tifosi friulani presenti oggi al Pala Fiera. Dell’Agnello vede i suoi a corto di fiato, per questo a 2’ dalla mezz’ora spende un timeout. Il coach dell’Unieuro pare ormai rassegnato e decide di lanciare il giovane Campori, che sostituisce Rush. Dopo 30’ di gioco, Udine è ancora avanti: 58-72 è il parziale.

L’ultima fase dell’incontro non è diversa dalle precedenti: gli ospiti non calano di concentrazione, e i disperati assalti di Forlì non trovano concretezza. Udine si esalta e punisce Forlì anche dalla distanza, aumentando il punteggio di vantaggio: dopo 4’, il tabellone recita 68-81. Nervosismo e tanti falli dominano gli ultimi minuti dell’incontro: a 7’27’’ Fabi realizza il libero del 79-91. Il punteggio finale è 85-95, finisce qui l’avventura dell’Unieuro in Supercoppa.

UNIEURO FORLÌ – OLD WILD WEST UDINE 85-95 (20-29, 35-45, 58-72)

UNIEURO FORLÌ : Ndoja NE, Marini 10, Cinti NE, Watson JR 3, Dilas, Rush 17, Petrovic 3, Kitsing, Campori, Giachetti 19, Benvenuti 19, Bruttini 14. All: Dell’Agnello.

OLD WILD WEST UDINE: Cromer 11, Amato 21, Antonutti 12, Fabi 12, Zilli 11, Cortese 10, Jerkovic NE, Beverly 18, Nobile, Micalich NE. All: Ramagli.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento