menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nenad Vucinic

Nenad Vucinic

Basket LegaDue, Vucinic: "A Barcellona con la giusta mentalità"

Domenica Sigma Barcellona e MarcoPolo Forlì incroceranno le armi per la quarta giornata del campionato di LegaDue. Dopo la brutta prova con Ostuni, basterà un bel bagno d'umiltà alla FulgorLibertas?

“Abbiamo imparato la lezione del match con Ostuni: con Barcellona saremo concentrati, duri, per tutta la partita” rassicura il pivot fulgorino Tony Easley al termine dell'ultimo allenamento prima del volo verso la Sicilia. Ma se con l'Assi un approccio differente avrebbe forse portato i due punti, la Sigma è oggettivamente altra “roba”: è ostacolo a cinque stelle. Basta scorrere il roster in mano al timoniere Cesare Pancotto per incappare in un totem per la L2 come Hicks, nell'esplosivo Ryan Bucci, in mister concretezza Lukauskis, nell'esperto Philip Martin, addirittura nell'ex play della finalista scudetto Cantù Michael Green, poi in Luigi Dordei o nel play tascabile, già Fulgor, Alessandro Piazza.

Una pattuglia di pregio e valore che rende effettivamente il senso di quanto i messinesi, al di là dell'avvio choc (0 vittorie in 2 partite), siano tra i primi papabili per uno dei due posti promozione.

“Barcellona è una squadra solida, con giocatori forti, grossi, talentosi; giocare in casa loro, sappiamo poi esser difficile – attacca coach Nenad Vucinic – ma nessuno è imbattibile e anche la Sigma, pur se top team della LegaDue, ha dei punti deboli. E' scontato, però, che potremo provare a vincere solo se mostreremo fin da subito la giusta mentalità”. Sul punto, Vucinic, rassicura: “A differenza dei giorni precedenti Ostuni, arriveremo a Barcellona con una buona settimana per le gambe e la testa; ci siamo allenati con la giusta intensità, facendo netti passi avanti. Abbiamo parlato a lungo del finale con l'Assi, dei due falli non commessi nell'ultimo minuto e mezzo e la squadra è consapevole che certi errori non possono essere commessi e faremo di tutto perché non accadano più”. Sgombrato il campo dai fantasmi post-Ostuni e sulla tenuta fisica dei biancorossi – “fisicamente siamo al 100%” chiosa il tecnico serbo-neozelandese – cenno finale per Luca Campani: il ragazzo sta rendendo meno di quanto dovrebbe un titolare. “Luca è giovane – spiega il tecnico dei forlivesi – è normale patisca alti e bassi, faticando, a volte, ad “aggredire” la partita. C'è da dire che ha avuto anche problemi fisici importanti alla schiena che lo hanno limitato ma sta recuperando”.

Capitolo Nicolò Basile. Il play gioiellino vivaio Fortitudo è finalmente della scuderia FulgorLibertas. Venerdì, ciò che resta del team bolognese, ovvero il settore giovanile, ha sciolto il lodo arbitrale che pendeva sul giocatore e avviato le pratiche che già oggi renderanno Basile un “refertabile” da Forlì. Intenzione della società, in accordo con coach Vucinic, è tesserare il play sia per l'Under19 sia per la prima squadra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento