menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Basket serie C, trasferta sui colli reggiani per il Gaetano Scirea

Nel mirino il lungo viaggio sui colli reggiani ove ad attendere la truppa bianconera ci saranno i pericolosi cinghiali di Castelnovo Monti.

 A distanza di tre settimane dall’ultimo impegno a Guelfo e dal grave infortunio occorso ad Enrico Solfrizzi, il Gaetano Scirea si rituffa in clima campionato per affrontare la seconda trasferta consecutiva. Nel mirino il lungo viaggio sui colli reggiani ove ad attendere la truppa bianconera ci saranno i pericolosi cinghiali di Castelnovo Monti. La sosta è servita nel contempo a staccare doverosamente la spina ma ha riconsegnato a coach Tumidei un gruppo compatto alla ricerca dell’ennesima e complicata sfida salvezza. Ovviamente le contemporanee assenze nel pacchetto degli esterni del lungodegente Montaguti ed ora del capitano riducono all’osso le rotazioni dei piccoli ed obbligheranno l’uso di varie soluzioni tattiche, nei due lati del campo.

Il girone discendente regalerà molti scontri diretti al PalaColombarone: in questo momento una vittoria servirebbe come una manna dal cielo per schiodarsi dall’infausta quota 8 e ritrovare la via del successo ad oltre due mesi dallo scalpo di Lugo. Sul fronte medico il lungo Dario Farabegoli soffre da giorni di un indurimento al polpaccio ma stringerà i denti e sarà regolarmente in campo per provare a replicare l’incredibile referto rosa della gara d’esordio dopo due overtime.

GLI AVVERSARI – L’organico a disposizione del riconfermatissimo coach Diacci, pur con diverse variazioni, pare decisamente allestito per puntare ai play off. Sull’ossatura della passata stagione (Magnani in cabina di regia, Longoni da 3 top scorer a 13,2 di media e Parma Benfenati da pivot) vanno registrati gli ottimi innesti di Provvidenza (reduce da 16,5 di media in C Gold Lazio) e l’atletico americano Sabah, apparso subito inserito nel sistema. Anche per l’estrema prestanza fisica del pacchetto il gioco reggiano si sposterà spesso nei paraggi del canestro. Dalla panca Dal Pos (cambia 1 e 2, pericoloso tiratore dall’arco), lo zio Levinskis ed il neocapitano Mallon terranno certamente alta l’intensità; per il quintetto romagnolo si prospetta una serata di autentici grattacapi, con l’auspicio che il contraccolpo psicologico dell’infortunio occorso a Solfrizzi jr. prima della sosta abbia benifici positivi.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento