rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Basket

L'Unieuro cerca conferme contro una Ferrara falcidiata dagli infortuni: "Daranno tutto, ci aspettiamo una partita tosta"

Coach Sandro Dell'Agnello si ritroverà davanti ad una squadra che sta attraversando un momento di difficoltà

L'Unieuro Forlì 2.015 a Ferrara in cerca di conferme e certezze. Dopo le vittorie maturate contro Cento, San Severo e Scafati la compagine di coach Sandro Dell'Agnello si ritroverà davanti ad una squadra che sta attraversando un momento di difficoltà, ma il cui valore non può essere messo in discussione: la Top Secret di coach Spiro Leka ha vinto due delle sette partite giocate (a Frosinone contro la Stella Azzurra Roma e contro San Severo), ma è stata colpita da diversi infortuni che le hanno tolto giocatori importanti, come Federico Zampini (ai box fino a metà gennaio 2022) e Augustin Fabi, hanno minato le certezze estive dei biancazzurri, che hanno reinserito Luca Vencato in cabina di regia (anche lui reduce da un’operazione al ginocchio).

In attesa del Fabi ritrovato al 100% (durante la settimana ha lavorato a parte e svolto le terapie del caso e il suo eventuale utilizzo sarà deciso solamente all’immediata vigilia della gara), la squadra è nelle mani offensive di A.J. Pacher, sempre più leader del gruppo, protagonista in questo primo squarcio di campionato con una media di 18,1 punti. L'americano è nella top six dei miglior marcatori del campionato, con un 62% da 2, un 41% da tre ed 83% dalla lunetta. Inoltre è efficace anche in difesa, con 6.7 palle recuperate a partita. Tra gli assi della compagine emiliana ci sono Giovanni Vildera, che viaggia ad una media di 12.9 punti a serata, e Demario Mayfield (11,4 punti per partita). La difese avversarie concedono almeno 77.7 punti, con Ferrara che viaggia con un 54% dal pitturato ed un 30% dall'arco, mentre dalla lunetta non va oltre un 72%.

Direttore dell’orchestra guidata da coach Leka è il già citato Vencato. Il Kleb deve ritrovare la difesa migliore (concede almeno 82.9 punti, la più perforata del campionato), che si è vista nella vittoria contro San Severo per 77 a 59. Dalla panchina l'Unieuro dovrà fare attenzione ad Alessandro Panni, killer da fuori come Danilo Petrovic (ex di turno), con il giovane Tommy Pianegonda che, se avrà smaltito i guai a un ginocchio, è chiamato a dare fiato agli esterni, mentre sotto le plance capitan Tommaso Fantoni dovrà sfruttare esperienza e fisico contro i lunghi avversari. Per non dimenticare poi dell'eplosività della guardia-ala Niccolò Filoni.

"In questo momento la classifica non rispecchia il vero valore di Ferrara, visto il roster costruito con giocatori di esperienza e talento; senza dubbio, gli infortuni che hanno colpito alcuni loro elementi, stanno incidendo in maniera importante sul loro percorso - osserva l'assistente allenatore, Sergio Luise -. Proprio per questo, alla luce del momento che stanno vivendo, ci aspettiamo una partita tosta, nella quale loro faranno di tutto per vincere. Da parte nostra, noi dovremo fare altrettanto, mettendo in campo tanta energia e facendoci trovare pronti".

Secondo Kenny Hayes "sarà una gara molto dura, visto che Ferrara è un’ottima squadra ed i risultati che stanno ottenendo non rispecchiano il loro vero valore. In settimana abbiamo lavorato ogni giorno duramente per preparare la partita, consapevoli che dovremo lottare per tutti i 40 minuti. Da parte mia, sono molto concentrato e felice di essere parte di questa squadra, ed essere anche uno dei leader di questo gruppo: lavoriamo duro in ogni allenamento, per migliorare giorno dopo giorno e vincere più partite possibile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Unieuro cerca conferme contro una Ferrara falcidiata dagli infortuni: "Daranno tutto, ci aspettiamo una partita tosta"

ForlìToday è in caricamento