rotate-mobile
Basket / Forlimpopoli

I Baskers restano incollati al sogno promozione fino al terzo quarto. Poi le bombe premiano Reggio Emilia

In avvio di contesa sembrano i forlivesi ad avere il passo migliore, grazie ad una maggior precisione dalla lunga distanza: i distacchi, tuttavia, sono minimi, le difese prevalgono sugli attacchi che, anche quando ben innescati, sentono la tensione di una gara senza ritorno

Meritano tanti applausi i Baskers Forlimpopoli, rimasti fino alla fine aggrappati al sogno promozione in B. Alla fine a festeggiare è la BMR Basket 2000, che si sono imposti col punteggio di 66 a 55. I bianco-blu di Baroni alzano le braccia al cielo al termine della “bella” casalinga, decisa da un allungo nel corso del terzo quarto e gestita poi al meglio nel finale, con precisione chirurgica dall’arco dei 6,75.

In avvio di contesa sembrano i forlivesi ad avere il passo migliore, grazie ad una maggior precisione dalla lunga distanza: i distacchi, tuttavia, sono minimi, le difese prevalgono sugli attacchi che, anche quando ben innescati, sentono la tensione di una gara senza ritorno. Lo spettacolo è comunque garantito dall’adrenalina che le due squadre mettono sul parquet, alternandosi in continuazione al comando, con Alberione da una parte e Lorenzo Brighi dall’altra a fungere da punti di riferimento nella metà campo offensiva: è la guardia romagnola a mettere a segno il 26-31 che apre il terzo periodo, mentre dall’altra parte sono tre triple, realizzate da Paparella, Defant e Caroli, a valere il controbreak che porta il punteggio sul 48-41 proprio prima dell’ultimo intervallo.

I Baskers tornano in scia con due canestri di fila di Bracci, che valgono il -2, prima che le “bombe” di Paparella e Defant facciano sognare il pubblico di via Guasco (54-46 al 35’) e quella di Alberione, l’undicesima di serata dei padroni di casa, valga il +9 e permetta al quintetto di Baroni di vedere lo striscione del traguardo. A fissare il 66-55 che chiude definitivamente i conti e fa scattare la festa è capitan Paparella. In questa avvincente serie di finale il fattore campo è quindi risultato decisivo e, nonostante l’apporto di un pubblico straordinario, la squadra di Tumidei ha dovuto alzare bandiera bianca.

BMR BK.2000 REGGIO EMILIA - CHEMIFARMA BASKÉRS FORLIMPOPOLI 66-55

(PARZIALI: 14-13; 26-29; 48-41)

Bmr: Soncini n.e., Alberione 22, Dias 6, Caroli 12, Paparella 8, Pedrazzi 5, Defant 8, Martelli n.e.,
Ilari n.e., Amadio, Lusetti 5, Maramotti n.e. All.: Baroni

Chemifarma: Dellachiesa n.e., Benedetti 4, Brighi A. 8, Ruscelli, Rossi 6, Grassi, Brighi L. 18, Lazzari
n.e., Bracci 10, Dell’Omo 2, Farabegoli 7, Palazzi n.e.. All.: Tumidei.

Arbitri: Romanello e Boudrika

Note - usciti per 5 falli: Pedrazzi, Benedetti e Lusetti. Fallo antisportivo a Brighi A.
Spettatori: 500 circa, di cui un centinaio da Forlimpopoli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Baskers restano incollati al sogno promozione fino al terzo quarto. Poi le bombe premiano Reggio Emilia

ForlìToday è in caricamento