rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Basket

Unieuro 2.015, la lunga trasferta a Nardò. Coach Martino con i piedi per terra: "Trasferta insidiosa"

Coach Martino prova a stemperare gli entusiasmi dopo il successo di domenica scorsa nel derby contro Ravenna, mantenendo alta la concentrazione

Per la capolista Unieuro 2.015 la sesta giornata di campionato mette sul piatto la trasferta più lunga della stagione. La compagine di coach Antimo Martino farà visita alla Hdl Nardò, penultima in classifica con una sola vittoria all'attivo, maturata nella prima di campionato contro l'Umana Chiusi. Coach Martino prova a stemperare gli entusiasmi dopo il successo di domenica scorsa nel derby contro Ravenna, mantenendo alta la concentrazione.

Malgrado la classifica non sorrida, Nardò ha la media punti più alta del campionato, con 78 punti a match, tirando col 45% da due e il 35% da tre, mentre concede ben 84,6 punti, peggior dato del girone. "Ci aspetta una trasferta insidiosa, da affrontare come sempre con grande concentrazione - esordisce il coach -. Giocheremo contro una squadra che ha tantissime motivazioni per fare una partita importante e per metterci in difficoltà". Tra gli ex c'è Mitchell Poletti, miglior realizzatore dei pugliesi con una media di 18.8 punti ad allacciata, quinto nel "Girone Rosso", con all'attivo 9.2 rimbalzi e 1.2 assist.

Ma a completare il roster, spiega Martino, "ci sono tanti giocatori di talento e che conoscono molto bene questo campionato, per cui non dovremo farci condizionare dalla classifica e dovremo pensare solo a scendere in campo per fare la miglior prestazione possibile". Tra questi il classe 1997 Vojislav Stojanovic, guardia, con 15,8 punti di media a partita, ma anche efficace a rimbalzo (4.6) e al servizio dei compagni (3.8 assist).

A completare il teorico quintetto ci sono il play Miha Vasl (9 punti), Marco Ceron e Jacopo Borra (5,5 punti), mentre porta punti pesanti dalla panchina Lorenzo Baldasso (8,8 punti, 2,8 rimbalzi e 1 assist di media). Completano il roster a disposizione di coach Gennaro Di Carlo Matteo Parravicini, Andrea La Torre e Kalidou Kebe.

"Arriviamo da cinque vittorie di fila, siamo contenti dell’inizio del campionato, ma siamo ancora in fase di costruzione come alchimia di squadra - spiega Fabio Valentini, tra i protagonisti di questo inizio di stagione -. Domenica affrontiamo una squadra piena di giocatori di talento ed esperti del nostro campionato: dovremo quindi essere bravi nell’ indirizzare la partita sui nostri binari". Non abbassare la guardia è la parola d'ordine. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unieuro 2.015, la lunga trasferta a Nardò. Coach Martino con i piedi per terra: "Trasferta insidiosa"

ForlìToday è in caricamento