Domenica, 21 Luglio 2024
Basket

Unieuro 2.015 a Treviglio per l'impresa, coach Martino: "C'è serenità. Servirà tanta intensità in difesa"

La Blu Basket è reduce da una vittoria di squadra e di spessore sul parquet di Cento (77-88), che l'ha lanciata al primo posto solitario nel girone Giallo

Servirà un'impresa. Ma nello sport tutto è possibile. La vigilia di Pasqua della Pallacanestro Forlì 2.015 trascorrerà al PalaFacchetti di Treviglio, sfidando la capolista del girone "Giallo". I biancorossi saranno su un parquet che nel corso della stagione regolare è stato violato solamente una volta: era il 30 ottobre e Torino, avversaria già affrontata dalla squadra di coach Antimo Martino in Coppa Italia, vinse col punteggio di 88 a 83. Seconda nel girone col bottino di 6 punti accumulato nel corso della regular season, Forlì dovrà riscattare il ko contro Cremona, maturato al termine di un match tra alti e bassi a pochi secondi dalla sirena finale. 

"E' una squadra che sta attraversando un ottimo momento, che arriva dalle vittorie di domenica scorso contro Cento e di due settimane fa contro Cremona, e che in casa con l'arrivo di coach Alessandro Finelli non ha mai perso - esordisce coach Martino -. Può contare su un ottimo di mix di giocatori d'esperienza, come Marco Giuri, Luca Vitali, Bruno Cerella, Brian Sacchetti e Davide Bruttini, e dotati di atletismo e talento come Eric Lombardi, Pierpaolo Marini e Jason Clark. Sicuramente sarà una partita difficile, ma credo che domenica scorsa contro Cremona l'Unieuro ha dimostrato nell'arco dei 40 minuti di poter competere anche a questo livello. E' chiaro che la condizione necessaria sarà quella di entrare in campo con lo spirito mostrato nel corso del secondo tempo". Nel gioco delle pedine, non c'è un giocatore in particolare che Martino toglierebbe a Finelli: "Avrebbe poco senso vista la profondità del roster; l'assenza o una brutta partita di un elemento della squadra cambierebbe poco", il ragionamento del coach biancorosso. 

Contro Treviglio, la Pieffe 2.015 si presenterà al completo: "E' stata una settimana regolare, la squadra ha avuto una reazione e sono convinto che chi ha giocato meno bene avrà occasioni per dimostrare il proprio valore". Guardando ai 40 minuti di sabato, Martino auspica in un match "con punteggio basso. Mi piace limitare gli avversari e nello specifico Treviglio ha un incidenza al tiro molto importante. Sarà fondamentale avere un'intensità difensiva dominante sugli attacchi, ma al tempo stesso ci sono da entrambe le parti giocatori di talento con tanti punti nelle mani". 

Tornando alla sconfitta di domenica scorsa al Palafiera, in casa Unieuro, assicura Martino, "c'è molta serenità nel affrontare il girone. C'è il rammarico per non aver iniziato la partita nel modo giusto e non in linea alle nostre performance, ma nel complesso abbiamo dimostrato di poter giocare ad alti livelli. Nel secondo tempo abbiamo giocato con intensità e concentrazione, una pallacanestro che dovremmo giocare sempre per competere a questo livello. Non è facile riprodurre uno sforzo del genere, ma la nostra stagione nasce dalla durezza difensiva e dalla voglia d'aiutarci. Poi nel finale il match è stato deciso da episodi. Viviamo le difficoltà come un'opportunità per testare il nostro livello e lo faremo fino alla fine. C'è ancora tanta strada verso la fase più importante della stagione, quella dei playoff". 

Nella prima giornata della seconda fase sono finite ko tutte le compagini che hanno affrontato la regular season nel girone "Rosso": "In questo girone interlocutorio si stanno affrontando le squadre migliori fino ad ora e il coefficiente di difficoltà aumenta in maniera esponenziale - l'analisi di coach Martino -. Non sono sorpreso della forza di Treviglio, Cremona e Cantù, ma al tempo stesso la stagione è ancora molto lunga. Sicuramente sono squadre più profonde e con un atletismo superiore, ma soprattutto sono state costruite per poter vincere il campionato. Nel girone "Rosso" anche Udine è stata costruita con un roster importante, ma nelle prime posizioni sono arrivate squadre che nessuno degli addetti ai lavori pronosticavano come potenziali squadre candidate alla vittoria finale. Questo non significa quindi che le due neopromosse in A1 verranno fuori dal girone "Verde"". 

Gli avversari

La Blu Basket è reduce da una vittoria di squadra e di spessore sul parquet di Cento (77-88), che l'ha lanciata al primo posto solitario nel girone Giallo. Nel corso della stagiore regolare ha viaggiato con una media di 78,6 punti ad allacciata di scarpa (media che sale a 80,8 punti in casa), tirando con il 53% da due e il 34% dalla distanza (38% davanti al proprio pubblico), catturando una media di 40 rimbalzi. Coach Finelli può contare su un roster particolarmente profondo e fisico. A portare esperienza in più al gruppo il play bolognese classe 1986 Luca Vitali, che dal suo arrivo ha sfornato una media di 3.4 assist a gara, oltre a 5.8 punti e 2.4 rimbalzi. Il miglior realizzatore è l’ex Torino e Trieste Clark (16.3 punti e 2 assist), seguito dall'ex Forlì Marini (15.3 punti ad allacciata di scarpa e 4.7 rimbalzi) che è primo per assist (3.5).

Le chiavi del gioco sono affidate a Giuri, che assicura una media di 12.6 punti e 3.1 assist. Il profondo roster è completato dal torinese Lombardi (10.7 punti e 7 rimbalzi), da Sacchetti (7.7 punti e 5.1 rimbalzi) e dal croato Sandi Marcius (quasi 8 tra punti e rimbalzi). Coach Finelli può contare poi su un altro ex biancorosso, Bruttini, e il regista Lorenzo Maspero, ad affiancare l’ex Milano e Venezia Cerella. Contro Cento Treviglio ha portato in doppia cifra ben cinque giocatori: Giuri con 17 punti, Sacchetti e Lombardi con 11 punti, Bruttini e Marcius con 10. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unieuro 2.015 a Treviglio per l'impresa, coach Martino: "C'è serenità. Servirà tanta intensità in difesa"
ForlìToday è in caricamento