Basket

Finale con polemica, esordio amaro per Forlì in Supercoppa: il derby se lo aggiudica Ravenna

Pieffe che potrà riscattare la sconfitta mercoledì prossimo, quando all'Unieuro Arena farà visita Cento, reduce da una vittoria contro Ferrara

L'Unieuro debutta in Supercoppa con una sconfitta per 66-61 contro l'OraSì al PalaCosta di Ravenna. Dopo un match combattuto e a larghi tratti equilibrato, nel finale i biancorossi, privi di Hayes, devono arrendersi e rimandare l'appuntamento con la prima vittoria ufficiale. Pullazi (14) e Bruttini (13) i migliori nel tabellino degli ospiti, ma il man of the match è Cinciarini (20, top scorer della gara). Discutibile il fallo fischiato a Giachetti sul canestro del sorpasso a pochi secondi dalla fine, con non poche polemiche sulla decisione.

Pieffe che potrà riscattare la sconfitta mercoledì prossimo, quando all'Unieuro Arena farà visita Cento, reduce da una vittoria contro Ferrara per 75-68. "Abbiamo sbagliato l’approccio alla partita e nel primo quarto abbiamo permesso a Ravenna di trovare quella fiducia che poi si è portata dietro per tutta la gara - esordisce coach Dell'Agnello -. Siamo poi stati consistenti nei restanti 3 quarti dal punto di vista difensivo subendo solo 44 punti, però in attacco abbiamo avuto una giornata pessima al tiro e abbiamo fatto solo 61 punti totali che sono oggettivamente pochi".

La partita

Dell’Agnello deve fare a meno di Hayes che non sarà della partita e parte con Palumbo, Bolpin, Carroll JR, Pullazi e Benvenuti. Parte bene Forlì coi canestri di Benvenuti e Carroll, ma l’OraSì non sta a guardare e si porta avanti con le triple di Tilghman e Cinciarini. 15-8 a 6’31” dopo il canestro di Simioni. Ravenna ha la mano calda dalla distanza e Giovannelli regala il massimo vantaggio (+8) ai giallorossi. Natali da 3 anche per Forlì, ma a chiudere il primo quarto 22-15 sono i due punti di Cinciarini. I canestri di Bruttini e Palumbo in avvio di secondo quarto anticipano il break di 6 dei padroni di casa. Gli ospiti non accusano il colpo e Bruttini realizza ben cinque punti consecutivi, che valgono il -2. Palumbo e ancora il numero 33 completano la rimonta e il sorpasso, che spingono Lotesoriere al timeout. A metà incontro, gli ospiti conducono 29-32. 

Cinciarini trova due triple intervallate dal canestro di Pullazi, l’OraSì torna avanti e sul 42-37 Dell’Agnello deve fermare il gioco. Si gioca punto si punto, poi i giallorossi infilano un bel parziale di 7-3 che vale il +7 e il timeout ospite. La bomba di Pullazi e Carroll riportano i biancorossi in carreggiata, ma i liberi di Tilghman e il canestro di Gazzotti tengono le due squadre distanziate di 6 punti. Forlì però non ci sta e cerca piano piano di risalire la china, la tripla di Giachetti vale il -1 a 16'' dalla fine.

Negli ultimi secondi di gara, con palla in mano a Giachetti, l’episodio dubbio che decide la gara: il capitano attacca e segna, ma l’interpretazione degli arbitri è un fallo in attacco, con conseguente canestro annullato. Bolpin manda Cinciarini in lunetta, che è impeccabile e ipoteca la vittoria dell'OraSì, sul 64-61. Carroll deve provare la tripla ma manca il bersaglio grosso. Bruttini manda in lunetta ancora Cinciarini, che fa nuovamente 2/2 e chiude l'incontro 66-61. 

Tabellino

OraSì Basket Ravenna: Tilghman 13, Berdini 7, Cinciarini 20, Gazzotti 5, Arnaldo NE, Galletti NE, Laghi NE, Denegri 8, Giovannelli 3, Oxilia 5, Giadini, Simioni 5. All.: Lotesoriere

Unieuro Forlì: Giachetti 6, Natali 5, Palumbo 4, Bolpin 8, Hayes NE, Bandini NE, Ndour NE, Benvenuti 4, Carroll JR 7, Bruttini 13, Pullazi 14. All: Dell’Agnello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finale con polemica, esordio amaro per Forlì in Supercoppa: il derby se lo aggiudica Ravenna

ForlìToday è in caricamento