rotate-mobile
Basket

Basket, Antimo Martino rinnova per altri due anni con l'Unieuro: "Il mio sogno è portare Forlì in A1"

Il tecnico ha firmato in serata il contratto che lo legherà alla società fino al 2026. Il presidente Nicosanti: "Come obiettivo avevamo da tempo quello di continuare insieme e ora possiamo programmare il futuro"

Antimo Martino resta alla Pallacanestro 2.015 per altri due anni. È il ‘regalo play off’ che il presidente Giancarlo Nicosanti ha voluto fare al coach molisano, volendo dare continuità ad un progetto che ha già portato grandi soddisfazioni nella stagione e mezzo vissuta sulla panchina forlivese (una finale play off lo scorso anno e una Coppa Italia e un primo posto in regular season in quella in corso) e che potrebbe darne altre dal 5 maggio, giorno in cui inizierà la corsa alla serie A2. La firma è arrivata nella sede dell'Unieuro nella tarda serata.

"Stiamo terminando un anno estremamente positivo – afferma Nicosanti – anche se i bilanci ovviamente si fanno a fine stagione. Siamo ripartiti in estate con costi maggiori dovuti al nuovo ordinamento del lavoro e con incognite riguardanti  la costruzione della squadra avendo cambiato molti giocatori, ma anche con certezze che sono le persone che hanno costruito il roster di quest'anno: Antimo Martino e Renato Pasquali. Il nostro obiettivo era creare una squadra e, per fare questo, serve una società e con essa chi la segue quotidianamente".

"Oltre alla società, il protagonista più importante è stato l'allenatore. Con Antimo abbiamo fatto un percorso straordinario, per risultati e continuità. Come obiettivo avevamo da tempo quello di continuare insieme e ci sembrava opportuno sederci proprio con Antimo e dare un seguito al futuro di entrambi, in una società che sicuramente non è la più ricca sul piano economico del panorama, ma sicuramente è ricca in termini di valori. Ci siamo chiesti cosa possiamo fare insieme per i prossimi due anni ed entrambi abbiamo ambizioni. Sono contento di poter annunciare che oggi firmeremo il prolungamento del contratto per altri due anni".

Visibilmente emozionato è stato Martino, ma i sentimenti hanno lasciato anche spazio ai buoni propositi legati ai play off, perchè l'obiettivo della società è ben noto.
"Ringrazio per le belle parole il presidente e tutti i soci - dice il coach - così come ringrazio Renato Pasquali per la fiducia che mi è stata data e rinnovata. In questo ultimo periodo ho percepito la stima della società ed il piacere reciproco di continuare insieme. E' chiaro che veniamo da due anni molto belli e può apparire semplice pensare solo agli aspetti positivi e ai risultati, ma i veri valori di questa società sono la sua organizzazione e l’ambizione. Tutti questi elementi sono stati determinanti per il rinnovo e soprattytti ho sempre visto nei dirigenti grande entusiasmo quando abbiamo iniziato a parlare di un possibile prolungamento del contratto nei mesi scorsi. Credo sia giusto dare continuità a quanto fatto fino ad oggi, perchè abbiamo un obiettivo e la Coppa Italia e il primo ci hanno dato ancora più stimoli e fiducia.

"Ringrazio la società, la mia famiglia il mio procuratore Lapenna e ovviamente anche i tifosi, sia quelli della Curva Nord Forlì, che i tanti che per strada mi hanno fermato negli ultimi giorni per chiedermi se fossi rimasto. Sono felice dell’affetto che la piazza dimostra nei miei confronti e credo sia perché mi comporto come sono normalmente anche fuori dal campo, ma sicuramente il modo in cui vivo la partita piace ai tifosi. Il mio obiettivo personale? Ovviamente ritornare ad allenare in A1 e il sogno sarebbe riuscirci con Forlì”.

A rappresentare la Fondazione Pallacanestro 2.015 Forlì, c'era Giuseppe Febbri, che ha sottolineato come il rinnovo fosse voluto da tutti.
"Voglio sottolineare che la serietà e la coesione della squadra che ha portato Martino sono lo specchio della coesione dei soci. E' per tutti noi un giorno importante e lo ringrazio per quanto fatto e per quanto farà per la nostra società".

Un attestato di stima importante è arrivato da Pasquali che vede Martino come uno degli allenatori più importanti che ha avuto in carriera.
"Mi fa piacere che nelle parole del presidente e dell'allenatore si sia parlato di programmazione e ambizione ed è un indice di serietà. L'ambizione è giusto che ci sia, nel rispetto dei soci e della passione che ci mettono. Quanto ad Antimo, vivendo a stretto contatto con lui, prima che allenatore è una persona che stimo moltissimo. Come allenatore, poi, è un tecnico in grado di fare di un gruppo di giocatori una squadra ed è una caratteristica che ho visto poche volte. Per quanto mi riguarda, uè no dei migliori che ho avuto e in quarant’anni ne ho visti tanti. Ha obiettivi chiari e nel quotidiano lo dimostra a tutti coloro che collaborano con lui".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket, Antimo Martino rinnova per altri due anni con l'Unieuro: "Il mio sogno è portare Forlì in A1"

ForlìToday è in caricamento