rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Basket

Unieuro, contro Chiusi non c’è storia: altra brutta sconfitta, senza Hayes è crisi

Dopo il brutto ko di martedì scorso contro Latina, la squadra di coach Sandro Dell’Agnello, orfana di Lorenzo Benvenuti e Kenny Hayes, è incappata nella terza sconfitta consecutiva

Un’altra pesante battuta d’arresto per la Pallacanestro Forlì. Dopo il brutto ko di martedì scorso contro Latina, la squadra di coach Sandro Dell’Agnello, orfana di Lorenzo Benvenuti e Kenny Hayes, è incappata nella terza sconfitta consecutiva. Contro l’Umana Chiusi non c’è stata storia: che sarebbe stata una domenica difficile se lo era capito fin dal primo quarto, con i biancorossi subito ad inseguire, incassando dieci punti. Grande difesa e trame di gioco notevoli per i senesi fin dall’avvio, i tiri ben costruti vanno a bersaglio e il punteggio lo sottolinea: la San Giobbe chiude il primo quarto con un margine di dieci punti sul 28-18

Nei secondi dieci minuti l’Unieuro si è riportata a sette lunghezze, ma è stato nella ripresa che Forlì ha di fatto perso il match: pesante passivo di 21-8. Il divario si amplia possesso dopo possesso con la San Giobbe che va a riposo sul più venti. E anche dell’ultimo quarto non c’è nulla da salvare. L’ultimo quarto è pura accademia, il margine non viene risanato da Forlì e anzi la formazione di casa allunga addirittura di altri cinque. Finisce 90-65.

La debacle può essere spiegata anche dai numeri: 17 palle perse, solo 17 conclusioni su 34 da due a segno, il 24% da tre ed appena tredici assist. Dei romagnoli si salva solo Mattia Palumbo, con 12 punti e 5 assist. In doppia cifra anche Davide Bruttini (pur non al top) e Jacopo Giachetti con 13 e 10 punti. Insufficiente la prestazione di Jeffrey Carrol, con appena otto punti su 31 minuti giocati.

La partita

Dell’Agnello parte con Palumbo, Bolpin, Natali, Pullazi e Bruttini che stringe i denti ma non è al meglio a seguito di un’indisposizione prima della partita. Con le triple di Wilson e Musso, Chiusi comincia meglio la gara, ma i biancorossi rimontano con Giachetti e Bruttini per il 17-15; l’Umana tira con alte percentuali nel primo periodo (8/9 da due, 4/7 da tre), che si chiude sul 28-18. Dopo l’avvio di secondo quarto l’inerzia rimane nelle mani dei padroni di casa, ma le triple di Natali e Palumbo guidano il rientro biancorosso fino al 44-39, ed il primo tempo si chiude sul 47-40.

Medford guida i compagni, e Chiusi comincia il secondo tempo segnando con continuità, mentre l’Unieuro fa fatica a trovare la via del canestro durante tutto il terzo periodo, che si chiude sul 68-48. Nell’ultimo periodo le cose non cambiano e i padroni di casa mantengono il vantaggio acquisito nei precedenti 30 minuti: il finale è 90-65, con il canestro di Palumbo sulla sirena.

Il tabellino

Umana San Giobbe Chiusi – Unieuro Forlì 90-65 (28-18; 19-22; 21-8; 22-17)

Chiusi Criconia 11, Fratto 6, Musso 15, Biancotto 4, Medford 17, Carenza, Pollone 7, Wilson 16, Raffaelli 10, Ancellotti 4 Capo All. Bassi Primo Ass. Fabrizi

Forlì Giachetti 10, Natali 9, Palumbo 12, Bolpin 8, Hayes, Serra, Bandini, Ndour, Carroll 8, Bruttini 13, Pullazi 5 Capo All. Dell’Agnello Primo Ass Luise

Arbitri Gagno, Pecorella, Lupelli

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unieuro, contro Chiusi non c’è storia: altra brutta sconfitta, senza Hayes è crisi

ForlìToday è in caricamento