rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Basket

Al Palafiera un punteggio da minibasket: una brutta Unieuro si arrende a Cividale

Dopo i ko esterni contro Nardò e Ferrara, la squadra di coach Antimo Martino capitola tra le mura amiche del Palafiera contro la solida Cividale di coach Stefano Pillastrini

Una brutta Pallacanestro Forlì 2.015 incappa nella terza sconfitta consecutiva. Dopo i ko esterni contro Nardò e Ferrara, la squadra di coach Antimo Martino capitola anche tra le mura amiche del Palafiera contro la solida Cividale di coach Stefano Pillastrini - senza il neo acquisto Clarke - col punteggio di 56 a 53. Non ci possono essere attenuanti davanti alla pessima prestazione dei biancorossi, tornati al completo col rientro di Nathan Adrian e Fabio Valentini.

Dopo aver toccato il massimo vantaggio di 13 punti nei primi minuti del secondo quarto, Forlì non ha più trovato il bandolo della matassa, lontano parente di quella squadra che fino alla trasferta di Nardò aveva fatto sognare i tifosi. E' sicuramente una serata storta, perchè i precedenti ko erano maturati con le dovute attenuanti del caso, mentre in questa occasione sono venute a mancare soprattutto le energie mentali e il feeling giusto col canestro: i dati parlano di 8 tiri su 25 dal pitturato, 8 su 23 dall'arco e 13 liberi su 20, tirando con una precisione complessiva del 25.8% contro il 36.7% degli ospiti. Ecco spiegato il punteggio finale da minibasket. 

Basket, Unieuro - Cividale

La partita

Martino parte con Raivio, Gazzotti, Adrian, Pollone e Penna. Pronti e via e Miani porta subito Cividale sul 6-0 con due triple di fila, con una contratta Forlì a replicare con un parziale di 5-0 con la bomba di Pollone e due liberi di Adrian. Pollone riporta in parità l'Unieuro con una tripla prima del 10-8 di Mouaha. Gli ospiti poi non segnano più, mentre la Pieffe continua a tirare positivamente dall'arco, calando un parziale di 14-2 e chiudendo il primo periodo sul 22-12. Nei primi quattro minuti del secondo periodo non si segna tanto, con Cinciarini a siglare il massimo vantaggio (25-12). Da qui in avanti i padroni di casa perdono smalto e la squadra di coach Pillastrini approfitta di un blackout mercuriale per ricucire, con la bomba di Dell'Agnello che vale il -3 (28-25, parziale di 9-1). Il primo tempo va in archivio con Cividale a -2, concedendo appena 9 punti ai padroni di casa (31-29). 

Al ritorno in campo Cividale parte subito fortissimo, con un parziale di 10-1 e Martino costretto al time-out sul 39-32 per gli ospiti. Si segna pochissimo in un periodo teso e nervoso e il quarto si chiude con Forlì sotto di 5 punti (40-35). Ad inizio ultimo quarto gli attacchi non si sbloccano ed ogni possesso è sudato e, a suo modo, importante. L'Unieuro cala un parziale di 5-0, con Radonjic a firmare dall'arco il 40 pari. Ma la partita segue l'andamento dei quarti precedenti, con pochi canestri da ambo le parti. Con Adrian Forlì la Pieffe rimette il naso avanti, ma Cividale riallunga a +4 con le triple di Micalich e Rota (48-44 a 2'29 dalla fine). Martino richiama i suoi attorno a se per riordinare le idee. L'ultimo giro di cronometro comincia con l'Unieuro sotto di un punto grazie alla tripla di Adrian, ma a 41 secondi dalla fine Rota sigla il +3 (52-49). La sequenza di tiri liberi che nascono dai falli sistematici dopo che le squadre sono in bonus non ribaltano il risultato: Valentini nel concitato finale fa 2/3, mentre Rota mantiene la lucidità dalla lunetta. Senza fortuna il tentativo dalla distanza di Adrian: vince Cividale 53-56.

Il tabellino

Unieuro Forlì: Cinciarini 5, Gazzotti, Valentini 7, Adrian 10, Pollone 8, Munari NE, Ndour NE, Radonjic 9, Penna 2, Benvenuti 5, Flan NE, Raivio 7. All: Martino. Ass. Fabrizi, Ruggeri.
UEB Gesteco Cividale: Miani 8, Cassese, Rota 13, Mouaha 4, Battistini 4, Barel NE, Pepper 11, Micalich 3, Nikolic 2, Dell’Agnello 11. All. Pillastrini.

ARBITRI: Foti, Barbiero, Grappasonno

Spettatori: 2012

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Palafiera un punteggio da minibasket: una brutta Unieuro si arrende a Cividale

ForlìToday è in caricamento