Martedì, 23 Luglio 2024
Sport

Il Cà Ossi stravince il derby, battuto il Forlì no-stop

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

 

I ragazzi di Ca'Ossi Football Club hanno nuovamente dimostrato grande concentrazione lungo tutto l'arco del match, scendendo in campo con il tipico schema 2-3-1, impostazione che ha giovato alla partita come è pienamente dimostrato dal risultato finale. La squadra ha visto la presenza del capocannoniere (caossiano) Nicola Giunchi, con le sue 7 reti, di Andrea Pavani, un valido giocatore che ha lasciato la Prima Categoria per partecipare agli incontri degli amici caossiani, forte del ritorno dell'ottimo mastino Simone Mortillaro, un solido aiuto per l'attacco Luca Bosica, e immancabile difesa di Luca Savorelli, e del capitano Mattia Giunchi, insuperabile è stato Marco Giunchi in porta. Straordinaria la grinta di tutti gli altri giocatori in campo; Zoli Elvis, Filippo Speranza, Rossetti Gianni, Bicchetti Stefano, Salsi Emanuele e Michele Ventura, di quelli fuori dal campo venuti a sostenerci ugualmente: Riccardo Briganti, Fabbri Raniero e il bomber infortunato Matteo Calmanti e della tifosissima assente Lucia Graffiedi che con il pensiero era li con noi. Non solo i ragazzi biancorossi hanno sconfitto 0-6 il Forlì No-Stop, con un risultato tennistico, ma hanno anche offerto una prova concreta, fatta di bel gioco e tanta grinta. Soddisfatto il Mister Paolo Chioccini dichiara: "L'atteggiamento dei giocatori è stato buono fin dall'avvio di partita, una squadra grintosa che ha saputo creare le occasioni adatte per prendere i 3 punti e rimontare la classifica.".

Il Ca'Ossi è riuscito a mostrare netti segnali di ripresa contro una delle rivelazioni di questo torneo. Una competizione veramente degna di nota che porta il Ca'Ossi, grazie ad una impegnata disputa sul campo, al 0-6 con marcatori: 1° gol del capitano Mattia Giunchi che spizza di testa la palla in rete, 2° gol fotocopia del primo solo che stavolta segna Simone Mortillaro, 3° gol sempre Mortillaro con uno scavetto salta il portiere, 4° tiro da fuori di Luca Savorelli che con l'aiuto del palo sigla, 5° gol realizzato dal capocannoniere caossiano Nicola Giunchi che con uno splendido tocco di suola, (palla c'è, palla non c'è più) lascia seduto il portiere ed insacca nuovamente portandosi a 8 reti in campionato, 6° ed ultimo gol siglando la sua tripletta personale è ancora Mortillaro che uno splendido gesto atletico insacca in rovesciata. Risultato che non fa una piega, una boccata d'ossigeno per ritrovare quella serenità di gioco che ha visto una squadra soddisfatta quella che si è diretta negli spogliatoi. Esultanza generale dei tifosi caossini e di tutto il pubblico presente, una gioia in grado di contagiare l'intero quartiere Ca'Ossi. Un occasione di divertimento e socializzazione per le tante persone del quartiere, con l'opportunità, grazie alla partita, di passare qualche ora assieme per condividere le emozioni e le gioie del pallone. Un ringraziamento speciale all'Assessore allo Sport Sara Samorì venuta ad inizio partita per farci un saluto di incoraggiamento e a Noemi Fabbri che si è resa disponibile come fotografa della partita.

Il riscontro dell'efficacia generale di questa attività sportiva è osservabile nella realtà d'azione che permette di apprendere e crescere tecnicamente, ma anche personalmente, per tutti i ragazzi, in grado di giocare a calcio col "sorriso". Prossimo appuntamento per Martedì 23 Dicembre, ore 19.45 presso San Pio X, con il Triangolare: F.C. Ca'Ossi - Tifosi - Ammogliati, sfida con tempi di 25 minuti e partita finale fra le prime due classificate. Obbligo di avere in squadra per tutta la durata della partita una ragazza, e questo la dice lunga, un'occasione per non mancare. Per ulteriori informazioni sotoio@libero.it, e aggiornamenti del programma di attività www.facebook.com/FCDCaOssi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cà Ossi stravince il derby, battuto il Forlì no-stop
ForlìToday è in caricamento