menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

MotoGp, Sachsenring day 1: Dovizioso cade e mette ko il nuovo telaio Ducati

Il pilota di Forlì è incappato nel turno del mattino di prove libere in una caduta nella quale ha danneggiato in modo irreparabile la nuova struttura, dovendo così proseguire la giornata con la versione standard

Andrea Dovizioso costretto a rinunciare ad utilizzare il nuovo telaio della sua Ducati al Sachsenring. Il pilota di Forlì è incappato nel turno del mattino di prove libere in una caduta nella quale ha danneggiato in modo irreparabile la nuova struttura, dovendo così proseguire la giornata con la versione standard. Dovizioso ha chiuso la giornata col nono tempo: "Qui è dura, questa pista è sempre particolare, bisogna essere molto dolci nella guida, la moto deve tornare su facilmente per andare forte e noi facciamo fatica".

"Siamo un po’ più vicini ai primi, credo che sabato potremo migliorare ancora un po’, ma purtroppo non più di tanto - prosegue il talento romagnolo -. Solo cercando di seguire le caratteristiche della moto e tagliando le linee forse potremo guadagnare un poco e qui qualche decimo fa la differenza per i trenta giri della gara".

Il venerdì del Sachsering è stato macchiato da tante scivolate, la più grave a Jorge Lorenzo. Il campione del mondo della Yamaha è caduto di nuovo sulla clavicola sinistra che si era fratturata due settimane fa ad Assen. La placca in titanio applicata si è leggermente piegata e in base ai primi controlli è emersa la necessità di rioperarsi. Salterà due gare e il rientro è previsto per Indianapolis a metà agosto.

Lo spagnolo prima dell'incidente era stato velocissimo, facendo segnare già al secondo giro 1’22”251. Il crono è stato migliorato solo nel finale dalla Honda LCR di Stefan Bradl (1’22”030), che ha preceduto le Honda ufficiali di Dani Pedrosa (1’22”239) e Marc Marquez (1’22”251). Quinto Valentino Rossi a quasi quattro decimi da Bradl.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento