menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio, il Forlì respira: la bella vittoria contro il Fiorenzuola restituisce fiducia al gruppo

Raggiante è soprattutto il capitano e match winner di domenica,  Filippo Baldinini che lasciati alle spalle ben quattro stop muscolari solo in questa stagione, si è preso una bella rivincita segnando il goal partit

Dopo un periodo burrascoso durato ben nove giornate con appena sei punti racimolati e una zona playout che si faceva sempre più minacciosa,  la truppa di mister Massimo Paci domenica scorsa è finalmente tornata alla vittoria contro un avversario non certo di media fascia ma con il Fiorenzuola secondo in graduatoria e diretto inseguitore del Mantova capolista. Tre punti quindi pesanti non solo in chiave classifica ma soprattutto in chiave mentale perché restituiscono fiducia e autostima ad un gruppo che per colpa di una serie infinita di infortuni, ma anche per le varie vicissitudini di mercato, pareva aver perso la giusta quadratura tanto ricercata nel tempo.


 Raggiante è soprattutto il capitano e match winner di domenica,  Filippo Baldinini che lasciati alle spalle ben quattro stop muscolari solo in questa stagione,  si è preso una bella rivincita segnando il goal partita ed elogiando poi tutto il lavoro del gruppo che continua ad essere unito e coeso verso un un'unico obbiettivo. Un cammino che i galletti sembrano dunque aver ripreso appena in tempo prima di scivolare nelle zone paludose della bassa classifica riuscendo però anche in un un'altro intento, cioè quello di risalire al terzo posto nella classifica "giovani di valore" che nel girone D vede in testa il Fanfulla con 1204 punti, seguito dal Progresso a 1022 e il Forlì terzo a 861. 


Un dato che ai più potrà sembrare irrilevante ma che invece lascia intravedere come si stia cercando di gettare le basi per creare un gruppo solido e longevo proprio utilizzando i ragazzi del settore giovanile senza dimenticare che i biancorossi vantano ancora la miglior difesa del girone. Un bicchiere dunque mezzo pieno ma che già domenica prossima potrebbe o svuotarsi nuovamente o riempirsi ulteriormente perché i galletti saranno chiamati ad una sfida difficile sul campo del Crema invischiato nella lotta retrocessione e che metterà a dura prova un Forlì che lontano dal "Morgagni" ha sempre fatto più fatica a rendersi protagonista; insomma non è ancora il tempo di rilassarsi e tirare un sospiro di sollievo,  il futuro della stagione si deciderà ora.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento