Martedì, 23 Luglio 2024
Calcio

Apoteosi biancorossa, il Forlì sfata il tabù derby e batte il Ravenna

Un 2 a 0 che non ammette repliche dove un Forlì pressoché perfetto ha avuto la meglio su un Ravenna che non ha indovinato la giornata giusta

Vittoria del cuore per il Forlì che in piena emergenza stende il Ravenna grazie alle reti di Ballardini Amadeo e Piva. Un 2 a 0 che non ammette repliche dove un Forlì pressoché perfetto ha avuto la meglio su un Ravenna che non ha indovinato la giornata giusta. La gara parte con il minuto di raccoglimento in memoria del Direttore Sportivo Carlo di Fabio con i galletti che hanno giocato con il lutto al braccio; mister Mattia Graffiedi fa di necessità virtù con ben nove assenti e un Forlì rimaneggiato al massimo confermando Ravaioli tra i pali,  linea a quattro con Gkertsos, Pezzi, Capitanio e Malandrino, centrocampo ermetico con i fratelli Ballardini coadiuvati da Piva, Scalini e Borrelli,  in avanti Pera rientra dopo la squalifica.

LE PAGELLE: Una squadra da 8

Pronti via e il Ravenna fa subito la voce grossa andando vicino al bersaglio al 5°con Campagna che col piattone destro non trova di poco il bersaglio. La risposta del Forlì arriva al 19° su corner ma la conclusione di Ballardini Elia al volo trova pronto Botti. Al 22° all'improvviso però il Forlì la sblocca: Borrelli vede il taglio di Ballardini Elia che si allarga e serve sulla corsa il fratello Amedeo che di sinistro trova l'angolino dove Botti non può arrivare timbrando l'1 a 0. Il Ravenna è sulle gambe ed il Forlì al 25° è cinico e trova subito il raddoppio: questa volta è Pera che dalla sinistra pennella un cross dove si avventa Piva che di testa fa esplodere il "Morgagni".

Il Forlì trionfa nel derby

Nella prima frazione c'è ancora tempo per un contropiede sprecato malamente da Malandrino che sbaglia il servizio a Pera tutto solo e pronto a colpire. La ripresa si apre con  il Ravenna votato all'attacco ; al 55° ci prova Calì in sforbiciata ma è bravo Ravaioli ad alzare in angolo. Ancora giallorossi avanti al 66° con Guidone che fa sponda per Spinosa ma la conclusione dell'ex biancorosso è larga. Mister Graffiedi inserisce allora Buonocunto e Fabbri per Ballardini Amedeo e Gkertsos stremati alzando le barricate dove il Ravenna puntualmente va a sbattere. Ben più pericoloso il Forlì all'83° con Ballardini Elia che di tacco salta un avversario e da dentro l'area scarica un destro dove Botti è bravissimo in tuffo a respingere. Il Ravenna è sulle gambe e non punge, i galletti ringraziano e blindano così il successo, sfatano il tabù derby che durava da mesi e conquistano altri tre punti dopo il blitz di Trezzo sull'Adda. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apoteosi biancorossa, il Forlì sfata il tabù derby e batte il Ravenna
ForlìToday è in caricamento