Mercoledì, 17 Luglio 2024
Calcio

Si avvicina il derby col Ravenna, il Forlì in campo nel ricordo di Di Fabio: "Tiferà dal cielo i Galletti"

Il Forlì prova a voltare pagina e a focalizzarsi sull'attesissimo derby di Romagna tra i biancorossi e il Ravenna che si svolgerà domenica alle 15 allo stadio "Morgagni"

Dopo essere scesi in campo con la tragica notizia della morte del Direttore Sportivo Carlo di Fabio e conquistando una vittoria pesantissima ed interamente dedicata al dirigente scomparso, il Forlì prova a voltare pagina e a focalizzarsi sull'attesissimo derby di Romagna tra i biancorossi e il Ravenna che si svolgerà domenica alle 15 allo stadio "Morgagni". Emotivamente non sarà facile, come non lo è stato mercoledì nella trasferta di Trezzo sull'Adda quando i ragazzi di mister Mattia Graffiedi sono stati costretti a giocare non avendo trovato nella società Tritium, la disponibilità a rinviare il match; a fine gara il pensiero di tutti è corso proprio al direttore venuto a mancare e il cui funerale è fissato per venerdì alle 15 al Duomo di Cesena.

Tantissimi gli attestati di stima da parte di tutto il mondo calcisitico a partire dai "suoi" ragazzi, mister Graffiedi, lo staff e tutto l'ambiente biancorosso; il presidente Gianfranco Cappelli ha poi voluto ricordare Carlo di Fabio con una lettera volta a ricordare l'amico scomparso e a chiamare a raccolta il popolo biancorosso in vista del derby: "Uniamoci per un unico obiettivo, per i nostri colori e per il nostro orgoglio. Forlì-Ravenna è chiaramente una partita importante, per me il derby è la partita. Questa settimana è stata molto difficile per la perdita del nostro direttore Carlo Di Fabio, quando l'arbitro darà il fischio di inizio il mio pensiero correrà immediatamente a lui che, sono sicuro, tiferà dal cielo i Galletti. Permettetemi di evidenziare la vittoria di mercoledì, nel giorno seguente alla scomparsa di Carlo, non sia stata casuale".

"Il Calcio - prosegue il presidente - deve riflettere, rivalutare le sue priorità e, in caluni casi, una certa dose di umanità in più in alcune società sarebbe necessaria. Carlo non avrebbe voluta nulla di diverso che una bella 'Domenica biancorossa' allo stadio. Questo derby lo giocheremo per lui. Dobbiamo goderci questa giornata allo stadio con tutta la famiglia, abbiamo bisogno della presenza di tutti. Di momenti alti e bassi ne abbiamo vissuti tanti, credetemi. Ma sono i momenti di gioia a volte inattesi, che ci rimangono impressi nella mente, che ci spingono di essere presenti, che ci invogliono a credere in questo club. E quindi crediamo tutti insieme, perchè soltanto remando tutti verso un'unica direzione possiamo trasformare l'inaspettato in realtà. Sosteniamo i biancorossi al Morgagni. Perchè il calcio può regalare emozioni che nessun altro sport al mondo può dare, perchè il Pallone è lo sport di tutti. Perchè il Forlì è la squadra della nostra città, perchè questa non è una partita come tutte le altre, perchè Carlo l'avrebbe voluto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si avvicina il derby col Ravenna, il Forlì in campo nel ricordo di Di Fabio: "Tiferà dal cielo i Galletti"
ForlìToday è in caricamento