rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Calcio

Un'altra sconfitta che non ci sta: la Giana Erminio passa al "Morgagni" con un poker

Ininfluenti le due reti segnate in pieno recupero da Fall e Ballabio con gli schemi ampiamente saltati

Risultato pesante al "Morgagni" con la Giana Erminio che passa per 4 a 1 su un grande Forlì che ha provato fino all'ultimo a rimettere in piedi una gara sfortunata e nata male; non inganni il risultato perché dopo il doppio vantaggio ospite firmato Marotta e Caferri nel primo tempo,  il Forlì accorcia le distanze con Maini nella ripresa e al novantesimo troverebbe il meritato pari con Manara se non fosse annullato per un dubbio fuorigioco che ha scatenato mille proteste e risse in campo. Ininfluenti le due reti segnate in pieno recupero da Fall e Ballabio con gli schemi ampiamente saltati e i giocatori di casa più intenti a protestare con la terna arbitrale che a giocare.

Calcio, Forlì - Erminio Giana: le foto del match

E dire che è il Forlì a farsi preferire fin dalle prime battute ma al 14° la Giana Erminio al primo affondo passa: Caferri crossa dalla destra, Fall di testa la allunga per Marotta che di destro la insacca. Veemente la risposta dei galletti che macinano azioni e occasioni goal: al 20° e 24° ci provano con due tiri dalla distanza nell'ordine Caprioni e Scalini ma la mira è imprecisa; ancora Forlì alla mezz'ora vicinissimo al pari con Elia Ballardini che in scivolata colpisce la palla ma non trova lo specchio. Che non fosse una giornata fortunata lo si capisce al 31° quando su corner Maini colpisce l'incrocio dei pali a Pirola battuto, mentre al 34° c'è tempo anche per un dubbio contatto in area su Tascini ma il signor Gavini di Aprilia fa cenno che si può continuare a giocare.

Forlì padrone del campo ma alla seconda discesa la Giana Erminio al 39° raddoppia questa volta con Caferri, bravo a ribadire in rete una respinta di Ravaioli su un tiro di Perna mandando così le squadre al riposo sul risultato di 0 a 2 per la formazione lombarda. Ripresa coi biancorossi a testa bassa e che al 50° accorciano subito le distanze con Maini che di testa conclude al meglio una punizione telecomandata di Scalini; la gara si accende e con gli spazi che si aprono la Giana Erminio prova a sfruttare il contropiede come al 58° ma Fall da due passi non inquadra la porta. Mister Graffiedi allora tenta il tutto per tutto inserendo Rrapaj, Farneti e Manara con la formazione ospite completamente arroccata nella propria area; al 74° ci prova Maini dalla distanza con un bolide che piega le mani a Pirola, ma il portiere lombardo salva il pallone sulla linea in due tempi dando l'illusione del goal. Giana Erminio che resta però pericolosa ad ogni affondo come all'80° quando su calcio d'angolo Corno stacca di testa tutto solo ma non trova la porta.

Finale di gara non adatto ai deboli di cuore e dove in pratica succede di tutto perché il Forlì al 90° su corner troverebbe il meritato pari con Manara se non fosse che il guardalinee posto sotto la Tribuna centrale sbandiera un fuorigioco apparso ai più inesistente: apriti cielo perché dai giocatori e dal pubblico si apre una valanga di proteste che di fatto spengono la partita. Saltati gli schemi e con i nervi a fior di pelle la Giana Erminio ne approfitta per siglare la terza rete al 92° con Fall e la quarta e definitiva rete al 93° col neo entrato Ballabio che chiudono di fatto la contesa mandando così i titoli di coda su una gara gagliarda da parte dei ragazzi di Graffiedi che non avevano affatto demeritato contro l'attuale capolista. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'altra sconfitta che non ci sta: la Giana Erminio passa al "Morgagni" con un poker

ForlìToday è in caricamento