rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Calcio

La sfida contro la Tritium non viene rinviata: il Forlì giocherà con la morte nel cuore

I galletti di mister Mattia Graffiedi saranno costretti a salire in provincia di Milano per una sfida comunque importantissima in chiave salvezza

Non basta nemmeno la morte ormai in questo calcio fatto di interessi e speculazioni per rimandare una partita e così il Forlì Calcio sconvolto per la improvvisa scomparsa del suo Direttore Sportivo Carlo di Fabio, ha chiesto e non ottenuto il rinvio del match in programma mercoledì a Trezzo sull'Adda contro la Tritium. Una cosa che ha quasi dell'incredibile ma, non essendo stato trovato un accordo fra le due società, i galletti di mister Mattia Graffiedi saranno costretti a salire in provincia di Milano per una sfida comunque importantissima in chiave salvezza.

Nel frattempo in casa Forlì è stata subito annullata la consueta conferenza stampa pre gara, ma il tecnico dei biancorossi ha voluto esprimere le sue parole per la perdita del direttore: "La notizia della scomparsa di Di Fabio ci ha sconvolti, una persona con la quale lavoravamo fianco a fianco ogni giorno, un professionista vero".

Poi una frecciatina alla squadra che mercoledì ospiterà i galletti, rea di non aver accolto il rinvio, a quanto pare per motivi organizzativi: "Non sarà facile ricostruire la giusta concentrazione mentale per la partita di mercoledì, ma dobbiamo farlo; ci siamo riuniti da squadra vera, come sempre nelle gioie e nei dolori, contro il Tritium dovremo onorare questa maglia, dobbiamo scendere in campo per Carlo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sfida contro la Tritium non viene rinviata: il Forlì giocherà con la morte nel cuore

ForlìToday è in caricamento