rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Sport

Cena di Natale per il Forlì: "Crediamoci, siamo un gruppo eccezionale"

Presenti quasi centocinquanta persone tra le quali i soci e i consiglieri della società, i principali partners, lo staff, i dipendenti, la prima squadra e i giornalisti

Il “Ristorante 3 Corti” del Grand Hotel di Forlì ha ospitato mercoledì sera la cena di Natale del Forlì calcio. Presenti quasi centocinquanta persone tra le quali i soci e i consiglieri della società, i principali partners, lo staff, i dipendenti, la prima squadra e i giornalisti. La serata si è aperta con i saluti del presidente Stefano Fabbri e del sindaco Davide Drei: “La città è orgogliosa dei vostri risultati, insieme abbiamo fatto degli investimenti importanti, come nello Stadio. I grandi progetti si costruiscono insieme e il Forlì sta crescendo e sta diventando una delle realtà più importanti”. 

La cena è iniziate con le prime portate, ma la serata è stata ricca di sorprese. Ha preso poi la parola il mister Massimo Gadda, che ha espresso la sua riconoscenza verso la società per la fiducia dimostrata e per gli investimenti fatti e ha ringraziato i propri giocatori e i propri collaboratori. A conclusione del suo intervento ha fatto proiettare un filmato che lui stesso ha prodotto, inserendo le immagini e i video più significativi e più simpatici di questi primi mesi in biancorosso.

L’arrivo dell’assessore Sara Samorì ha scandito un altro importante momento della serata. Il presidente Fabbri ha preso la parola: “La fiducia è aumentata, e si vede perché siete numerosissimi. I meriti vanno al direttore sportivo Sandro Cangini, al mister e al suo staff, Simone Groppi, Stefano Dadina, Massimo Sangiorgi”. Poi ha presentato a tutti i presenti il nuovo acquisto, Marco Spinosa: “Ti accorgerai di essere in un gruppo di ragazzi che non sono tanto a posto”, gli ha detto Fabbri tra le risate dei giocatori.

“Dobbiamo mettercela tutta per essere nei primi posti - ha continuato il presidente - domenica scorsa c’è stato un incidente di percorso, ma siete un gruppo eccezionale e giocate un gran calcio, crediamoci. Non vogliamo limitarci a questa categoria. Ringrazio tutti i soci, i consiglieri e i partners che investono in questa società e la seguono con passione”.La parola è passata poi a Samorì: “Siamo molto contenti di voi, ci state insegnando cosa significa divertirsi allo Stadio e fare squadra”, ha detto ai giocatori, concludendo con un appello che ha fatto scattare gli applausi della sala: “Ricordatevi che quando scendete in campo lo fate in nome di qualcosa, ovvero di tutta la città di Forlì”.

Al termine del saluto dell’assessore, si è passati al momento centrale della serata, che tutti stavano aspettando con trepidazione: la proiezione del video di Natale cantato dai giocatori della prima squadra, fino a quel momento rimasto inedito. Il video ha conquistato gli ospiti che si sono affrettati ad acquistarne una copia. La cena stava andando ormai verso la conclusione, ma le sorprese non erano ancora finite. I giocatori, guidati dal capitano Enrico Fantini, hanno fatto una sorpresa al collaboratore Danilo Benazzi detto Pizza, dato che era il giorno del suo compleanno. Le luci si sono abbassate e ha fatto il suo ingresso un dolce con le candeline, mentre in sottofondo si sentiva Happy Birthday di Stevie Wonder.

Pizza poi è stato spinto dai ragazzi a prendere il microfono in mano e raccontare alcune delle sue famose barzellette, cosa che ha fatto scatenando le risate dei presenti. Al termine della serata gli ospiti hanno lasciato il Grand Hotel di Forlì soddisfatti e appagati per la bella serata trascorsa e per tutte le sorprese che ha riservato. Tutti coloro che volessero acquistare il dvd con video di Natale cantato dai giocatori del Forlì, lo potranno fare domenica durante la partita Forlì-Delta Rovigo, oppure recandosi in sede all’ufficio stampa. Parte del ricavato andrà in beneficenza.

IMG_8962-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cena di Natale per il Forlì: "Crediamoci, siamo un gruppo eccezionale"

ForlìToday è in caricamento