rotate-mobile
Sport

Cento di questi giorni: il Carnevale lo festeggia Forlì, è finale a Montecatini

Forlì è in finale a Montecatini! L'Unieuro vince in rimonta contro Cento in gara4 davanti agli infuocati tifosi di casa: la serie è dei biancorossi per 3-1

Non come Niccolai ma quasi. Vico è entrato a piedi pari nella storia del basket forlivese infilando, dopo aver assistito a un inseguimento sulla scia di Cento a tratti quasi disperato (a 50" dalla fine Forlì era sottodi 3 lunghezze) la tripla che, ad appena 5” dal gong, ribalta  il match e consegna per 3-1 l'accesso all'Unieuro alle Final Four di Montecatini valide per la promozione in A2. Festa grande per i forlivesi dentro e fuori dal PalaAhrcos, saliti in Emilia per sostenere l'Unieuro nonostante il divieto prefettizio.     

La partita – L'ambiente ostile, privato del calore romagnolo dal divieto di trasferta inflitto ai tifosi forlivesi, schiaccia emotivamente Forlì partita con Vico subito nella mischia: Andreaus, Bedetti dalla distanza e Benfatto in incursione facile cucino il 10-2 (2'30”) condito da una sospetta distorsione per Michele Ferri (out per tutto il tempo). Un po' di difesa, nervi più distesi, la tigna sana di Maggio e un paio di colpi di Pederzini stracciano la tensione di casa Unieuro: il break Forlì è pesante, 0-9 e mette gli ospiti testa avanti, 10-11 (7'). Forlì, come già capitato in gara3, affretta i tiri e lascia a Cento transizioni dolorose. Maggio ritrova la dimensione offensiva infilando due triple dorate: 14-19, 9'. Bonacini con un 2+1, mette il turbo: 16-22. I 30 forlivesi sugli spalti comunque presenti nonostante tutto, cantano. Fuori, gli fanno eco almeno una trentina di Ultras e sostenitori forlivesi, presenti fuori dalla struttura. Tripla di Bonacini toglie il coperchio al II (18-25). Benfatto, sfrutta potenza e quadrature agevolate da Marsili non propriamente a suo agio contro il pivottone: 22-25. Time-out garelliano apre i minuti più arroventati della partita. Cento (a -6, 24-30 al 14'10”) è più energica, anche in difesa mette la spunta a troppe lentezza Unieuro.

Arbitri in confusione non vedono infrazioni e falli a tutto danno di Forlì che ha, dalla sua,  la grave colpa di farsi trascinare nella bolgia. Benfatto firma il sorpasso Tramec: 32-31, 16'30”. I grigi, sempre più grigi, comminano tecnico alla panchina Pallacanestro 2.015: è il momento più cupo, -5, 36-31 (18'). Pignatti e Vico negano la fuga alla Benedetto, ricacciando a livello d'equilibrio la contesa: 36-35 (20'). Caroldi e Benfatto bollano la ripresa: 43-36. Garelli, al 33', è costretto a fermare i suoi: l'Uni non gira come dovrebbe, non legge i pick'n roll impastandosi nella difesa Tramec. L'incomprensibile e monodirezionale gestione degli arbitri non è che una spinta all'abbrivio emiliano: Cento, incardinata sul duo Contento-Benfatto, mette punti su punti. Al 26' – due liberi di Benfatto tirati al posto di Andreaus ko per taglio – è -7, 49-42. Vico tenuto a secco tenta di ispirare (49-44). Forlì non vede lume dalla distanza e sotto Benfatto spadroneggia: Contento mette il -9, 53-44. Vico tenta di entrare disperatamente in ritmo, forzandola. Le ultime azioni del periodo sono fotocopia: Forlì pesca la tripla (Maggio poi Vico) ma Contento, libero da 6,75, strozza il recupero. Gli ultimi 10' portano in dote un gap di 9 punti, 61-52, per la Pallacanestro 2.015. All'insegna dell'ora o mai più, Pignatti e Rotondo mettono benzina sul focherello romagnolo: 63-59 (32'30”). I piccoli biancorossi spingono sulla difesa: Maggio e Bonacini rubano palla e segnano in contropiede. Pignatti, dalla libera, restituisce il sorriso: 63-64 (34').

La boa del quarto è una sequenza di botte alle speranze Unieuro:  Bedetti, Caroldi (numero da 6 metri) e uno schiaccione di Fontecchio mettono all'Unieuro la testa sotto l'acqua: 72-66 (36'30”). La paura di rimandare tutto a gara5 serpeggia. Il cuore Unieuro però batte. Vico cerca e trova liberi che ravvivano: 72-69 (37'30”). La difesa funziona, gli spauracchi Caroldi e Contento sono museruolati. Bonacini ruba palla ma non concretizza il cesto del potenziale 2+1. Dalla libera arriva l'ulteriore limata: 72-71 (37'45”). Caroldi non ci sta a subire, pianta fiocine sulla balena Unieuro. A 38'40”, sul 76-73, Vico perde palla. Pare la fine. A 50” Forlì però recupera e Benfatto fa il 5° fallo su Vico che non cicca i liberi: 76-75 (42”). Forlì nel punto a punto le ha perse tutte. Questa è l'occasione per girare la cabala. E così è perché Caroldi sbaglia, tentando l'ennesima magia. Palla a Forlì. O meglio, palla a Vico che da fenomeno qual è, mette con le mani in faccia del difensore la tripla del 76-78. Mancano 5” dalla sirena. Stavolta il time-out lo chiama Giordani. Il gioco prevede palla a Contento che sbaglia da 3, Fontecchio prova il tap-in ma non c'è trippa. Suona la sirena. I forlivesi scendono in campo al grido "tutti a Montecatini!". Inizia la festa che proseguirà al casello di Forlì.
   
Tramec Cento - Unieuro Forlì 76-78
(18-22; 42-39; 61-52)

TRAMEC CENTO – Fontecchio 6, Brighi, Bedetti 9, Contento 12, Demartini 10, D'Alessandro, Benfatto 22, Andreaus 4, Locci, Caroldi 13. All. L. Giordani
UNIEURO FORLI' – Rotondo 11, Rombaldoni 6, Marsili, Ferri 3, Arrigoni 3, Pederzini 8, Pignatti 10, Bonacini 9, Vico 17, Maggio 14. All. Garelli
Spettatori – 1400 (30 da Forlì)
Arbitri – Lupelli e Valleriani

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cento di questi giorni: il Carnevale lo festeggia Forlì, è finale a Montecatini

ForlìToday è in caricamento