Sport

Indice di sportività, l'analisi del Sole 24 Ore: la provincia trascinata da motori e natura

Sono 107 le province monitorate e 32 gli indicatori presi in considerazione, raggruppati in quattro macro-categorie. L’Indice verrà utilizzato nell’indagine sulla qualità della vita 2019, quest’anno alla sua 30esima edizione

Qual è la provincia più “sportiva”? Anche quest'anno Il Sole 24ore ha pubblicato la classifica, elaborata da PtsClas, sui territori a maggiore vocazione sportiva. Sono 107 le province monitorate e 32 gli indicatori presi in considerazione, raggruppati in quattro macro-categorie. L’Indice verrà utilizzato nell’indagine sulla qualità della vita 2019, quest’anno alla sua 30esima edizione. 

La classifica

Trento sorpassa Trieste e torna in testa, aggiudicandosi il primato per la quinta volta su 13 edizioni dell’indagine. Un successo legato in particolare alla supremazia nella "famiglia" degli sport individuali, a partire dal ciclismo. Il podio è completato da Macerata, che si sostituisce a Cagliari in terza posizione. Il capoluogo sardo (nono) si mantiene comunque nella top ten, così come fanno la stessa Macerata, Genova (sesta), Firenze (ottava) e Rimini (decima). Escono dalle prime 10 Livorno, Bologna e Lecco, rimpiazzate da Treviso (quarta), Cremona (quinta) e Bergamo (settima). Se da un lato Treviso rafforza ulteriormente il risultato complessivo del Nord-Est, dall’altro le new entry Cremona e Bergamo garantiscono alla Lombardia i migliori piazzamenti di sempre, anche grazie all'ingresso di nuovi parametri - come quello del tasso di praticabilità sportiva - che vedono all’avanguardia la regione più popolosa d’Italia. La parte bassa della classifica generale è ancora una volta monopolizzata dal Sud che occupa tutte le ultime 21 posizioni, con Enna in fondo alla fila.

Come si piazza Forlì-Cesena

Per quanto riguarda il territorio forlivese, sono quattro le macro-categorie a cui fare riferimento. In base all'indice di sportività, Forlì-Cesena si piazza al 49esimo posto, perdendo due posizioni rispetto al 2018; per quanto riguarda la categoria struttura sportiva si colloca al 31esimo; 64esima posizione, invece, per gli sport di squadra (era 34esima lo scorso anno), mentre negli sport individuali la classifica recita un 46esimo posto, guadagnandone una rispetto all'anno scorso. Trentanovesimo posto nella voce "sport e società", mentre è 41esima per "atleti tesserati" e 62esima nel capitolo "dirigenti e tecnici". Buon settimo posto per quanto riguarda "enti promozione sportiva".

E' solo 70esima per "tasso di praticabilità sportiva", mentre è 27esima per "attrattività degli eventi sportivi". Nella voce "sport di squadra" è 19esima per calcio, 22esima per il basket, 44esima per il volley, 26esima per il rugby e 39esima per quanto riguarda "gli altri sport". Perde alcune posizioni il ciclismo, da 17esimo a 21esimo, mentre per quanto riguarda l'atletica è 49esima. E' solo 74esima per il nuoto, 47esima per il tennis, 67esima per gli sport invernali e 56esima per gli sport in acqua. Quarto posto nel capitolo motori, mentre è 42esima per quanto riguarda le attività per i bambini. Bene anche il connubio sport e turismo (14esima posizione). Per quanto riguarda la formazione per lo sport, Forlì-Cesena si piazza in 74esima posizione, perdendone 22.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indice di sportività, l'analisi del Sole 24 Ore: la provincia trascinata da motori e natura

ForlìToday è in caricamento