menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rimini-Forlì, Graziani: "Se perdevamo c’era da mangiarsi le mani"

"Gli avversari sono stati bravi, Scotti ha fatto delle belle parate - afferma il capitano - C’è stata poca cattiveria sotto porta da parte nostra, e degli episodi arbitrali è meglio non parlare".

"Il goal ci ha restituito quello che la partita ha fatto vedere. Se perdevamo una sfida del genere c’era da mangiarsi le mani. Abbiamo creato tanto e concesso poco". Ivan Graziani commenta così il pareggio del Forlì nel derby contro il Rimini agguantato al 92esimo. "Gli avversari sono stati bravi, Scotti ha fatto delle belle parate - prosegue il capitano - C’è stata poca cattiveria sotto porta da parte nostra, e degli episodi arbitrali è meglio non parlare".

Graziani ha segnato proprio allo scadere del match, dimostrando di avere un’ottima tenuta fisica e mentale: “Io sto bene, anche il mister lo sa e non si deve preoccupare. È normale che quando ci sono tre partite in una settimana può fare delle diverse valutazioni, però la mia incolumità fisica non è ancora da mettere in dubbio, toccando ferro”.

L’esperto attaccante vede dei miglioramenti nel gioco espresso dalla squadra: “Essendo una rosa completamente nuova stiamo aumentando le nostre qualità, ed iniziamo a conoscerci meglio. Quando si cambia tutta la squadra non è facile assimilare subito l’idea di gioco. Il mister la sta proponendo con continuità e in maniera positiva, credo che si veda che lo stiamo apprendendo” “Segnare in un derby fa sempre piacere - conclude - Dedico il goal alla mia famiglia, che mi sopporta e mi supporta sempre”.

Anche Alessandro Marchetti ha raccontato le sue sensazioni sul derby: “Il risultato ci sta stretto. L’avvio è stato un po’ timoroso ed i nostri avversari avevano il pallino del gioco grazie anche all’euforia trasmessa dall’ambiente. Poi i valori in campo si sono visti”. “Nelle due reti non ci sono stati particolari demeriti, sono stati due bei goal, frutto delle situazioni che si sono venute e a creare - prosegue - Se avessimo concluso tutte le azioni che abbiamo creato ne avremmo segnati degli altri”.

Marchetti ha espresso infine un giudizio sugli attaccanti del Forlì: “Avere attaccanti come Graziani ti lascia sempre tranquillo. Prima o poi il goal lo fa, magari trasformando in oro una palla sporca. Senza contare gli attaccanti esterni come Radoi e Boilini che hanno segnato anche nella penultima sfida”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento