rotate-mobile
Sport

Credito, infortunio per Cain: Veroli a forte rischio

Il totem dei romagnoli si scaviglia nell'allenamento di sabato mattina. Dagli accertamenti, serio il referto: distorsione con interessamento dei legamenti. Cain è comunque partito per Veroli e forse proverà a giocare.

La sfortuna cala la mannaia su Forlì. Nella vigilia del match forse più importante della stagione in ottica salvezza, la trasferta in terra ciociara, a Veroli, la malasorte ha deciso di “toccare” proprio il giocatore cardine dell'intero sistema romagnolo: Tyler MVP Cain, scavigliatosi sabato mattina in allenamento. Il pivot, subito sottoposto a esami, ha evidenziato una seria distorsione alla caviglia destra con interessamento del tendine astragalico. Nessuna lesioni, per fortuna, comunque difficile che Tyler possa toccare il parquet della GZC. Anche se proprio il ragazzo ha insistito per partire con i compagni e con il suo agente ha dimostrato un certo ottimismo. Non il massimo, non solo per la vitale posta in palio (on Trieste a +6, Jesi a +4, entrambe impegnate in gare dure, con Trento e Torino, ma tra le mura amiche) ma anche perché Veroli ha proprio nel ruolo di 5 un “fattore” importante come quello di Cittadini, spalleggiato dall'ala grande Samuels. All'andata proprio il dominio di Cain e due suoi liberi a sirena suonata, furono fondamentali per piegare i ciociari. Detto di Cain, non è che il resto della truppa sia al 100%: Basile e Sergio hanno problemi vari, ci saranno domenica ma non potranno dare il massimo. “Dobbiamo stare ancora più compatti che mai – spiega coach Massimo Galli – spero che il gruppo non abbia perso lo spirito battagliero che ci ha permesso di essere ancora qui a lottare per la salvezza. Occorre alzare ancora di più il livello dopo averli spremuti per tutti questi mesi: dobbiamo essere capaci di ritrovare energia anche in un momento come questo dove le forze stanno un po' venendo meno." Sul momento non esaltante di Veroli: "Sono in crisi di risultati, non di prestazioni. Hanno una buona difesa. Sfrutteranno la loro atleticità e soprattutto giocheranno alla morte perché se dovessero trovare la vittoria sarebbero salvi automaticamente e tornerebbero in corsa per i playoff." Parola anche alla guardia Jazzmarr Ferguson: "Per noi ogni gara è la più importante ma prima del derby con Imola è fondamentale vincere. Come Basile contro di me a Capo d'Orlando, bisogna che i più forti si elevino. Purtroppo le occasioni perse in trasferta non torneranno ma questo non intacca il nostro morale: vivo per il basket, penso solo a dare sempre il meglio. A Veroli probabilmente verrò marcato da Sanders che è più alto e fisico di me ma sono pronto per la sfida."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Credito, infortunio per Cain: Veroli a forte rischio

ForlìToday è in caricamento