menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dakar saudita al via, Andrea Schiumarini ed Enrico Gaspari: "Sarà una nuova avventura per tutti"

Il team romagnolo, alla guida di un Mitsubishi Pajero WRC +, è entrato in modalità gara per la partenza della quarantaduesima edizione del rally raid più famoso al mondo.

Conto alla rovescia alla quarantaduesima edizione della Dakar, che per la prima volta si disputa in Arabia Saudita. Sabato a Jeddah si è tenuta la consueta sfilata del podio, con la presentazione ufficiale dei 342 veicoli e degli equipaggi che prenderanno parte alla competizione. Grandi emozioni per i forlivesi Andrea Schiumarini ed Enrico Gaspari, che saranno a bordo del Mitsubishi Pajero WRC + preparato da RTeam. Venerdì i due piloti forlivesi hanno completato il primo shakedown con ottimi risultati in termini di guida e di allestimento, frutto di un grande lavoro di squadra tra il team ed i preparatori.

"I test di questi giorni - afferma Schiumarini - sono stati positivi e mi sento soddisfatto. Abbiamo completato il nostro programma ed i ragazzi di RTeam hanno interpretato perfettamente le nostre esigenze, apportando alcune migliorie al nostro Pajero". Dopo la preparazione al paddock, ora è il momento di studiare il road book della prima tappa (Jeddah - Al Wajh) che si svolgerà domenica e che coprirà un totale di 752 chilometri, di cui 433 di trasferimento e 319 di prova speciale che verrà disputata immediatamente. Le particolarità di questa prima prova saranno velocità e complessità con tutti i tipi di terreno, dalla roccia alle dune.

"Sarà una tappa impegnativa - continua Schiumarini - soprattutto per la navigazione, con diverse piste a Cap simili. Interpretare il terreno sarà una variabile importante e determinante". Si apre così il nuovo capitolo della Dakar che, pur con diverse novità in termini organizzativi, come i nuovi road book elaborati da Jean Paul Cottret, richiama fortemente ad un ritorno alle origini, in perfetto stile Thierry Sabine. "Questa Dakar apre nuovi scenari per tutti - conclude Schiumarini - ed un giusto approccio mentale potrebbe essere la chiave di volta per affrontarla. La tensione? Al momento si tratta di essere focalizzato sulla gara, l’adrenalina la lasciamo quando spingerò il piede sull’acceleratore alla partenza".

I piloti

Nato a Forlì il 24 luglio 1981, Schiumarini è un imprenditore cresciuto tra il rumore dei motori. Il suo primo approccio al mondo off road è all’età di dodici anni a bordo di una moto da enduro HM CRE 50. Con la maggiore età passa alle quattro ruote motrici. E' nel 2012 al Tuareg Rally in Marocco che prova  il primo confronto con piloti professionisti e veicoli ufficiali, nel 2019 si realizza il sogno della Dakar alla guida del Ford Raptor, preparato da RTEAM, che conclude al terzo posto in T2 - 54° assoluto. 

Classe 1977, Gaspari è nato a Forlì il 21 maggio. Professione imprenditore ed ex atleta pallavolista, ha due grandi passioni: il deserto e i motori. Ecco dove nasce la sua incredibile conoscenza di questo ambiente, acquisita durante i suoi molteplici viaggi in quasi tutti i più importanti deserti del mondo.  Ma il deserto è anche Dakar, e la voglia di essere uno dei protagonisti di questa grande avventura porterà Enrico ad un intenso allenamento e tanto studio per essere pronto all'edizione 2020, al fianco dell'amico Schiumarini. 

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento