menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Delusione Galli: “Sconfitta che fa male ma non rimprovero nulla ai ragazzi”

Amarezza come piovesse nel post Jesi-FulgorLibertas per il tecnico dei forlivesi: dopo Napoli anche nelle Marche è arrivato un beffardo stop, il secondo in trasferta.

A far una mano di conti son già quattro i punti lasciati graziosamente per strada dalla FulgorLibertas: Napoli e ora Jesi. Capitomboli dolorosi maturati dopo aver guidato per 38-39 minuti per un solo punto. “Sono arrabbiatissimo – spiega Galli con un termine un po' più colorito... - usciamo sconfitti da una partita tenuta sotto controllo per 39'. Un'altra. Se mettiamo Napoli, fin qui abbiamo disputato tre partite, comandato per 119' su 120' ma in tasca abbiamo due soli punti. Nei finali perdiamo di lucidità e soffriamo la stanchezza, peccati normali per una squadra così giovane. Certo che questa, più di Napoli è una botta pesante ma ai ragazzi ho detto che è un'altra lezione che dobbiamo apprendere, fare nostra. Sono sicuro che sarà così: da due mesi ormai lavoriamo e questo gruppo ha dimostrato di esserlo davvero, tutti danno il 100%.” Sulla gara e la panchina cortissima: “Facile dire che la bomba di Santiangeli del -1, e i liberi sbagliati hanno deciso la partita. Un peccato perché era una vittoria meritata; dentro di me sono in un certo senso felice: ho visto i ragazzi lottare, impegnarsi, giocare davvero a basket pur sbagliando; guardate a che partita ha fatto Basile. La rosa corta? Io alleno, non faccio mercato.”

Raccoglie i frutti del successo e lancia messaggi non velati, il pari versante Aurora Jesi, Piero Coen sulla graticola dopo le batoste con Verona e Torino: "Non è stata una grande vittoria ma una vittoria. Godiamocela e stringiamoci intorno a questa squadra. Anch'io visto il precampionato m'aspettavo un avvio di stagione più brillante ma questa squadra ha elementi giovani, gente come Maggioli ancora indietro di preparazione; spararci addosso non avrebbe, credo, senso. Dobbiamo, invece, trovare gruppo fare come in piazze tipo Forlì dove si lavora tutti nella stessa direzione."   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento