menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rugby, serie C: trasferta amara per Forlì a Siena

Il Forlì si presenta a Siena senza molti giocatori chiave per vari motivi e purtroppo i giovani schierati non si rivelano ancora all'altezza per poter aspirare a qualcosa di importante

Trasferta amara per il Forlì a Siena dove incappa in una giornataccia e subisce una meritata sconfitta. Il Forlì si presenta a Siena senza molti giocatori chiave per vari motivi e purtroppo i giovani schierati non si rivelano ancora all'altezza per poter aspirare a qualcosa di importante. La partita prende subito una brutta piega perché il Siena, pur non dimostrando doti particolari, si insedia nella metà campo ospite in forza di una maggiore aggressività del pacchetto di mischia.

La difesa biancorossa è estremamente fallosa e concede punizioni che consentono ai senesi di giocare sempre a ridosso della linea di meta ospite e già all'8° un carrettino da rimessa laterale si conclude in meta. Poco dopo un calcio di punizione per l'ennesimo fuori gioco viene trasformato per l'8 a 0. Forlì però pare dare segni di vita e con una bella azione dei trequarti orchestrata da Pasqualini manda in meta l'ala Di Bello per il 5 a 8. Ma la debolezza nel placcaggio dei biancorossi consente ai senesi di andare ancora in meta con una bella percussione centrale. 5 a 15. All'ultimo secondo della prima frazione l'arbitro decreta un calcio di punizione a favore del Forlì e Pasqualini da grande distanza trasforma e riapre la partita. Il tempo finisce così 8 a 15 per i padroni di casa.

Nel secondo tempo il Forlì si insedia nella metà campo bianconera ma letteralmente "non cava un ragno da un buco" Approssimazione, errori banali, poca serenità, scarsa aggressività, poca presenza fisica contraddistinguono il gioco dei biancorossi che più volte si avvicinano alla segnatura ma sprecano miseramente. In una delle poche occasioni in cui il Siena riesce ad andare in attacco, grazie sempre ad assurdi errori biancorossi, segna la terza meta con la solita rolling maul da rimessa laterale fissando il punteggio sul 20 - 8. Mancano ancora 25 minuti da giocare ma il Forlì non riesce a concretizzare nulla più di una sterile pressione costellata da infiniti errori.

"Abbiamo dimostrato di non essere all'altezza per aspirare alla zona alta della classifica, perché non riusciamo a gestire emotivamente e psicologicamente gli impegni, soprattutto in trasferta. La mancanza di molti giocatori di livello non può essere una attenuante perché la forza di una squadra è data dal complesso dei suoi uomini e se questi non riescono ad adattarsi anche alle situazioni avverse è inutile recriminare. Oggi abbiamo perso meritatamente e basta, senza scuse, senza attenuanti e senza che qualcuno, io per primo, possa ritenere di avere fatto la sua parte" Questo il duro commento dell'allenatore Davide Balzani al termine.

Formazione: D'Ambrosio (Rossi), Magnani, Lanzarini (Sardone), Grisolini, Zaccariello (Roncuzzi), Falcini (Cerchier), Roffilli (Gallegati), D'Agostino, Di Criscio, Pasqualini, Ragaglia, Guidi, Lombardo, Di Bello (Nanni), Marzocchi

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento