Sabato, 25 Settembre 2021
Sport

F3 in Austria ricca di colpi di scena: Nannini lotta, ma è un sabato sfortunato

In una caotica Gara 2 il forlivese, condizionato dalla penalità, è risalito fino alla 12esima posizione

Matteo Nannini lotta, ma non raccoglie punti nel sabato del Gran Premio d'Austria al Red Bull Ring, terzo round del campionato. In Gara 1, in virtù dell'inversione dei primi dodici, scattava dalla prima fila. Al semaforo verde il forlivese ha avuto un ottimo spunto, prendendo il comando della corsa. Il 17enne ha lottato con le unghie e con i denti, difendendo la leadership - con una serie di sorpassi e controsorpassi - dagli attacchi di Logan Sargeant e Clement Novalak , mettendo in mostra tutto il suo talento in mondovisione.

Poi a tre giri dalla fine l'episodio che ha determinato la: un contatto con Novalak ha compromesso quanto di buono fatto fin in quel momento. Alla curva 4 il pilota di Forlì ha provato un super sorpasso all’esterno, ma Novalak non si è accorto della manovra: i due si sono toccati finendo nella ghiaia. Sogni di gloria finiti, con una gara da podio chiusa all'ottavo posto.

Poi retrocesso al 23esimo posto per aver incassato 30 secondi di penalità per aver violato per nove volte i truck limits. A ringraziare Dennis Hauger, al trionfo risalendo dalla dodicesima piazza. Podio completato da Olli Caldwell e Doohan. In una caotica Gara 2 il forlivese, condizionato dalla penalità, è risalito fino alla 12esima posizione, recuperandone ben undici. Uno sforzo che purtroppo non ha portato punti. A vincere David Schumacher, figlio di Ralf (ex pilota di Jordan, Williams e Toyota in F1), davanti a Frederik Vesti e Hauger.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

F3 in Austria ricca di colpi di scena: Nannini lotta, ma è un sabato sfortunato

ForlìToday è in caricamento