menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scozzoli torna agguerrito: "Voglio fare tutte le gare possibili"

Sicuramente una delusione. Non può essere altrimenti per il nostro Fabio Scozzoli, tornato in Italia domenica sera, dopo l'amara esperienza di Londra 2012

Sicuramente una delusione. Non può essere altrimenti per il nostro Fabio Scozzoli, tornato in Italia domenica sera, dopo l'amara esperienza di Londra 2012, che lo ha visto tornare senza nemmeno una medaglia. Lo abbiamo raggiunto al telefono, ora si trova a Roma, lunedì mattina e la sua voce era rilassata. Fabio ha raccontato la sua esperienza alle Olimpiadi con estrema tranquillità, come un vero campione. Beh, tra quattro anni lo aspetta Rio de Janeiro

Come torni dalla tua prima Olimpiade?
Sereno. Ho avuto tempo per metabolizzare la rabbia e la delusione. Credo che sia stata un'esperienza formativa nel costituire un mio bagaglio a livello agonistico. Tra l'altro ho sempre sentito l'affetto dei cari e dei fan e questo è stato davvero bello

Possiamo parlare di aspettative deluse?
Il mio primo obiettivo, l'avevo dichiarato, era quello di arrivare in finale, e questo è stato raggiunto. Certo c'era anche quello di conquistare una medaglia e sono rimasto deluso sì, soprattutto perchè fisicamente stavo bene e, con il tempo della semifinale, nei 100 rana sarei potuto arrivare sul podio

Le polemiche tra allenatori e atleti hanno influenzato la tua prestazione?
Non credo proprio. Io ho cercato di estraniarmi e sono rimasto molto concentrato. E' stata costruita dai media una situazione che non era quella reale, tutto partendo da dichiarazioni fatte a caldo dopo una sconfitta. Il clima di fatto era sereno

Quindi cosa non ha funzionato?
Non ho fatto una delle mie migliori prestazioni. Per stare con Cameron (van der Burgh, medaglia d'oro nei 110 rana ndr) ho nuotato male i primi 50 e negli ultimi 25 non ne avevo più

Chi è il rivale che hai ammirato di più?
Sempre Kosuke Kitajima, che si è presentato con il miglior tempo. E' sempre sereno, che vinca o no resta sempre tranquillo. Questo fa di lui un grande sportivo

Quali sono le prossime tappe?
Io vorrei gareggiare il più possibile, sia ai Mondiali in vasca corta di Istanbul che agli Europei di  Chartre (Rispettivamente dal 12 al 16 dicembre e dal 22 al 25 novembre). Vorrei fare tutte le gare possibili

Una pausa prima?
Certo, vado in vacanza in Sardegna un paio di settimane con la mia ragazza, mia sorella e suo marito

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento