rotate-mobile
Sport Forlimpopoli

"Il nostro legame con Imola": Forlimpopoli conquista le tv francesi con il Ferrari Club

L'INTERVISTA - Il Ferrari Club Forlimpopoli è stato protagonista di uno speciale realizzato dall'emittente francese Canal+ e l'Equipe

Giubbotto e cappellino "d'ordinanza" rigorosamente rosso. Lo stemma evidente del Cavallino Rampante, che ciascun tifoso della Ferrari ha tatuato nel cuore. Nella settimana che precede l'attesissimo Gran Premio dell’Emilia-Romagna e del Made in Italy di Formula Uno, che si disputerà questo fine settimana a porte chiuse all'autodromo "Enzo e Dino Ferrari" di Imola, il Ferrari Club Forlimpopoli è stato protagonista di uno speciale realizzato dall'emittente francese "Canal+" e "L'Equipe" in avvicinamento all'appuntamento tra i sali e scendi del Santerno. Senza alcun dubbio una bel ritorno d'immagine anche per la città artusiana, il cui nome viene portato in giro negli autodromi di tutt'Europa dal Ferrari Club Forlimpopoli attraverso il presidente Filippo Ambrosini ed i suoi soci.

Ambrosini, com'è nato il servizio?
Grazie allo striscione del nostro Club, che avevamo collocato nella tribuna davanti ai box e che è stato ripreso dalle telecamere internazionali. Siamo quindi stati contatti dalla redazione di "Canal+", che sta realizzando uno speciale sul gran premio che si svolgerà a Imola questo weekend. E la troupe televisiva ci ha raggiunto a Forlimpopoli.

Di cosa avete parlato?
Del circuito di Imola, della tifoseria, della Ferrari e abbiamo raccontato anche la storia del nostro club, uno dei più attivi già negli anni '90, che si organizzava con largo anticipo per la gara di casa, con tanto di tribuna Ferrari Club Forlimpopoli alla staccata della Variante Alta. Si partiva il mercoledì e si tornava a casa il lunedì. 

Una bella vetrina anche per Forlimpopoli quindi...
La troupe è stata presente per un paio di ore. Sono state fatte riprese alla Rocca, dei ragazzi del Club con tanto di striscione e bandiere. E' stato molto bello. Ho apprezzato la professionalità dello staff, che ha organizzato il servizio scegliendo anche le location per valorizzare al meglio le riprese.

Il gran premio sarà a porte chiuse e l'attesa inevitabilmente non sarà la stessa. Come club, particolarmente attivo anche sui social, organizzerete degli incontri online?
Già ci incontriamo il sabato sera sulla piattaforma Zoom per un ciclo di incontri dedicati alla presentazione di libri dedicati al motorsport e per parlare della nostra passione per l'automobilismo. Abbiamo avuto come ospiti ad esempio l'ex addetto stampa della Ferrari Alberto Antonini, gli scrittori Luca Dal Monte ed Emiliano Tozzi e il presidente dell'associazione del Trofeo Lorenzo Bandini Francesco Asirelli. Si tratta di incontri molto partecipati e che si prolungano a volte fino alle 2 di notte, perchè c'è appunto tanta passione. Con la voce del Ferrari Challenge negli autodromi, Michele Mambelli, stiamo pensando di fare un incontro dedicato a Imola. Ci teniamo, è la nostra gara di casa. 

La Ferrari a Imola potrà sorprendere?
Qui si aprono diverse risposte (sorride, ndr). Mi aspetto una bella gara finalizzata ai punti e potrebbe succedere anche di tutto, perchè si tratta di un tracciato old style. Sicuramente ci sarà la voglia di fare una bella figura, ma dovranno confrontarsi con team particolarmente competitivi. Probabilmente a Imola potremo vedere una Ferrari migliore rispetto a quella vista in Bahrain. A differenza dello scorso anno la vettura sembra migliore, anche se i distacchi da Mercedes e Red Bull sono ancora considerevoli.

Un aneddoto legato a Imola e che ricorda con particolare piacere?
Ce ne sono tanti e conservo tutti i biglietti. E' la gara di casa, che regala emozioni uniche. Imola fa parte della storia della F1, non solo per la tragica scomparsa di Ayrton Senna, ma perchè è stata teatro di bellissime gare ed avvincenti duelli. E' una pista che ha il suo fascino anche se non gira nessuno, immersa in uno splendido parco dove è possibile fare delle belle passeggiate. Anche se non gira nessuno è bellissimo guardare la pista. Comunque ogni gran premio mi ha lasciato un ricordo. Scegliendone uno, mi viene in mente quando andai da solo a vedere un gran premio negli anni '90, piazzandomi al Tamburello, e l'emozione di vedere arrivare le vetture tutte insieme dopo la partenza. Tremava tutto, dall'aria alla cassa toracica. Mi viene la pelle d'oca pensando ai vecchi motori a dieci cilindri. Che rombi!

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il nostro legame con Imola": Forlimpopoli conquista le tv francesi con il Ferrari Club

ForlìToday è in caricamento