rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Sport

Rivoluzione Forlì, "una svolta di qualità": Vanigli nuovo mister. Arrigoni direttore tecnico

"Abbiamo dovuto prendere, come sapete, delle decisioni inevitabili per il bene della società", afferma il presidente Stefano Fabbri

E' Richard Vanigli il nuovo allenatore del Forlì. "Per me è un'opportunità in quanto ricoprirò il ruolo che ho sempre desiderato e per cui stavo lavorando - afferma Vanigli -. Credo che ci siano tutte le condizioni per fare bene e avere accanto il supporto di Daniele è importante. Un suo consiglio mi farebbe sempre comodo. Tutti lavoreremo al massimo delle nostre potensialità, in primis i giocatori. Stiamo cercando un vice allenatore e siamo contenti che Baffoni sia rimasto. Stiamo già preparando la parttita contro il Pisa; pretendo massima disponbilità dai ragazzi. Siamo chiamati a dare il massimo, altrimenti faremo fatica."

Daniele Arrigoni invece assumerà la carica di direttore tecnico: "Ero affascinato dall'idea di provare il calcio dall'altra parte, dopo una vita passata tra giocatore e allenatore. Vanigli lo conoscevo già e voglio subito mettere in chiaro che non entrerò in questioni tecniche. Il mio compito è mettere a posto tutto ciò che ruota attorno alla squadra. La figura la chiamerei Direttore Tecnico, ma cambia poco il nome. La squadra la seguo già da 2 anni e mezzo, non solo perché ci gioca mio figlio, bensì perché credo che sia composta da una società da prendere ad esempio".

"Voglio ringraziare tutti coloro che mi hanno permesso di fare quello che desideravo già da diverso tempo - continua Arrigoni -. Se si guarda da dove è partita, questa società ha conquistato già parecchi punti, credo sia evidente a tutti. Interverrò con regole dirette alla squadra, che inevitabilmente impatterranno anche a livello societario.Il Forlì è già una squadra che può stare tranquillamente in questa categoria. Questo ruolo per me è il massimo in quanto lavorerò, ripeto, in una società all'avanguardia per quello che ha dimostrato in questi anni".

"Abbiamo dovuto prendere, come sapete, delle decisioni inevitabili per il bene della società - afferma il presidente Stefano Fabbri -. Rossi è una persona vera ma purtroppo abbiamo dovuto interrompere il rapporto per riportare serenità in tutto l'ambiente. Per guardare avanti e programmare il futuro abbiamo fatto un'importante scelta societaria per portare all'interno una persona di alto livello. Ci siamo confrontati a lungo, cercando di far capire ad Arrigoni che abbiamo un programma. Si tratta di una figura unica e che ci aiuterà a mettere ordine. Sarà una figura importante a 360°. Per il Forlì rappresenta una svolta di qualità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivoluzione Forlì, "una svolta di qualità": Vanigli nuovo mister. Arrigoni direttore tecnico

ForlìToday è in caricamento