Forlì calcio, il punto sul mercato: sfuma Stikas. Il colpo è Santiago Minella

Il mercato è appena incominciato, ma in casa Forlì sembra che questa volta le idee sul da farsi siano già molto chiare

Valicata la fatidica data del 30 giugno che ha così reso possibile ufficializzare i trasferimenti, il Forlì spara subito a raffica i colpi già annunciati da qualche settimana. Confermato il ritorno di Nicolò Baldassarri che sarà il portiere titolare, in difesa nuovo innesto con Eric Biasiol e Thomas Bonandi come fantasista e a centrocampo Lorenzo Pastorelli. La bomba di mercato è l'arrivo sotto San Mercuriale di Santiago Minella, bomber argentino reduce da una stagione strepitosa al San Nicolò Notaresco con 18 reti in 35 presenze.

Unico neo da registrare nella folta lista del direttore sportivo Carlo Di Fabio, il passo indietro di Apolostos Stikas che sfuma fra i probabili arrivi. Dalla nuova collaborazione con l'Udinese invece arriveranno con molta probabilità due nuovi innesti classe 2000 che permetteranno a mister Paci un ampia scelta sul discorso under mentre va via via delineandosi la conferma a centrocampo di Filippo Baldinini. Le ultime novità di mercato invece danno un forte interesse del Forlì su Andrea Zamagni, difensore classe 96' in uscita dal Cesena e sul centrocampista Vittorio Favo, altro classe 96' protagonista di una grande stagione con il Matelica. Il mercato è appena incominciato, ma in casa Forlì sembra che questa volta le idee sul da farsi siano già molto chiare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento