Mercoledì, 22 Settembre 2021
Sport

Forlì gioca a viso aperto, ultimi secondi fatali: il big match è di Napoli

Prossimo appuntamento domenica prossima alle 18 contro Latina, nell’ancora inespugnata Unieuro Arena

Inciampa a Napoli la Pallacanestro 2.015, che al PalaBarbuto cede 75-69 dopo un match equilibratissimo e deciso solo negli ultimi 40''. I biancazzurri, dopo Scafati, si sbarazzano anche dell’altra big del Girone Rosso, vendicando la sconfitta maturata all'andata al PalaGalassi nella partita d’andata, raggiungendo cosi proprio la squadra romagnola in vetta alla classifica, che si tiene stretta la migliore differenza punti. Il successo tuttavia è pesante in chiave Girone Bianco, poichè Napoli partirà con 6 punti, contro i 4 di Forlì ed i 2 di Scafati.

Una partita di altissimo spessore, nella quale le due squadre hanno dimostrato il perché sono la prima e la seconda forza del campionato. È stata l'imprecisione dalla lunetta (14/24) e il numero di palle perse (ben quindici contro le sole cinque degli avversari) a condannare la Pieffe, perché dal punto di vista statistico ha prevalso sui padroni di casa: 50% contro il 44% sul pitturato e 39% contro il 21% da tre. Alla fine l’ha spuntata Napoli, più precisa ai tiri liberi, ma la squadra di coach Sandro Dell'Agnello (con Bruttini e Rush non al meglio) ha fatto vedere, per l’ennesima volta, di essere una squadra solida.

"Napoli ha vinto ed ha meritato, ma noi abbiamo fatto un'ottima partita - sono le parole di Dell'Agnello -. Abbiamo tirato solo col 58% dai tiri liberi e questo ha condizionato la partita, mentre Napoli ha tirato con l'82% dalla lunetta. Per questo sono molto contento di quello che abbiamo fatto. Ringrazio anche Rush e Bruttini, che fino a poche ore non si sono allenati ed hanno fatto quello che potevano".

Non ha brillato Roderick (solo 9 punti per lui, già caricato di tre falli dopo due quarti), quattro in meno di Rush (13) e sei lunghezze dietro il top scorer Giachetti (15). Per i biancorossi non c'è tempo per rifiatare: martedì saranno impegnati alle 18 sul campo della Stella Azzurra, mentre domenica prossima ospiteranno Latina alle 17.

La partita

Dell’Agnello parte con Rodriguez, Roderick, Rush, Natali e Landi. Cominciano forte i biancorossi con una bomba di Landi e un canestro di Rush, anche Napoli si sblocca da fuori con Zerini. Serve un’altra tripla per portare in vantaggio i padroni di casa per la prima volta a 3’34’’, con Mayo. Gli azzurri infilano un parziale di 9-0 che vale il momentaneo 12-7 e il primo timeout di Dell’Agnello dopo 4’37’’. I padroni di casa continuano a macinare, il grande ex Pierpaolo Marini trova i suoi primi punti per il 21-12. Gran break di Forlì, che col recuperato Bruttini e le triple di Bolpin e Rush si riporta sotto di appena una lunghezza. Il primo quarto, molto equilibrato, finisce proprio 23-22.

Perfetta parità coi primi punti di capitan Giachetti. Torna sul +5 Napoli dopo una palla persa da Bolpin, che consente il canestro a Mayo. Giachetti trova due canestri consecutivi portando i romagnoli sul -2, poi dopo la marcatura di Uglietti arriva il primo timeout speso da Sacripanti. Al termine del primo tempo, i partenopei conducono 39-35.

Si gioca punto su punto in avvio di terzo quarto, con Landi e Rush che rispondono a Marini e Parks. Da 3 Rodriguez, come i punti che separano la Gevi dall’Unieuro. A 26’40’’, dopo la bomba firmata Rush per il -2, Dell’Agnello interrompe il gioco, prima che Bruttini dal colorato faccia 1/2. Marini pesca il jolly dalla distanza, poi realizza due tiri liberi, mandando i suoi sul +6. Fallo tecnico di Parks su ‘Jef’ Rodriguez, che fa 3/3. Un tiro separa le due squadre, prima dello scoccare della mezz’ora Natali riesce a insaccare una volta dai 6.75, per il 54-52.

In avvio di quarto periodo ancora il numero 8 trova il canestro, ristabilendo la perfetta parità. Alla tripla di Marini rispondono Bolpin e Giachetti, riportando avanti i biancorossi (57-58). Libero di Iannuzzi, poi Mayo da fuori ritrova il +3. A un libero del capitano segue la bomba di ‘T-Rod’, che trova il nono punto personale e il momentaneo 61-62. A 2’32’’ dalla fine è ancora parità, con entrambe le formazioni a quota 66. Mayo realizza tre dei quattro liberi consecutivi a disposizione, poi Giachetti dalla distanza trova il 69-69, con 1’22 alla fine. Quattro punti firmati Lombardo-Parks a 22’’ dalla sirena spengono le speranze di vittoria di Forlì, che perde 75-69.

Tabellino

GeVi Napoli – Unieuro Forlì 75 – 69 (23-22; 39-35; 54-52)

GeVi Napoli: Zerini 14, Iannuzzi 3, Klacar ne, Tolino ne, Parks 9, Sandri 2, Marini 12, Mayo 15, Uglietti 8, Lombardi 9, Monaldi 3. All: Sacripanti.

Unieuro Forlì: Rush 13, Giachetti 15, Campori, Natali 3, Bolpin 5, Landi 9, Dilas, Babacar NE, Rodriguez 8, Bruttini 7, Roderick 9. All: Dell’Agnello.

Arbitri: Gagliardi, Marziale, De Biase.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forlì gioca a viso aperto, ultimi secondi fatali: il big match è di Napoli

ForlìToday è in caricamento