Forlì in emergenza contro l'Olympia Agnonese: "Il gruppo è molto unito"

"Sono contento dell’atteggiamento dei miei nella partita di mercoledì contro il Cesena, dove abbiamo fatto la partita nel primo tempo", evidenzia Campedelli

Un Forlì quasi in emergenza ospiterà domenica pomeriggio al Morgagni l'Olympia Agnonese. "Abbiamo diverse defezioni tra squalifiche e infortuni vari - afferma mister Nicola Campedelli -. In difesa dovremo reinventarci un po’: giocherà Bungaja dal 1’ minuto, e siamo molto contenti di vederlo in campo. Si è sempre allenato con noi ed ha delle qualità importanti da difensore centrale. Brunetti è ancora in condizioni non ottimali, per questo valuteremo domani il suo impiego e chi giocherà in alternativa. Senza Tonelli squalificato potrebbe trovare spazio Cenci a centrocampo, ma dovremo optare per qualche cambiamento di modulo".

Sul momento della squadra: "E’ la prima volta che mi capita un momento dove si vivono queste situazioni contro di noi. Le stiamo affrontando da squadra vera, tutti uniti. Sono contento dell’atteggiamento dei miei nella partita di mercoledì contro il Cesena, dove abbiamo fatto la partita nel primo tempo, e anche quando siamo rimasti in inferiorità numerica abbiamo lottato fino alla fine. Abbiamo fatto un passo in avanti come gruppo, e ne usciremo insieme partendo dalla prestazione e dall’atteggiamento visti nell’ultima uscita".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sull’impiego dei giovani in prima squadra, anche alla luce della classifica dei “Giovani D valore”, che vede il Forlì in testa a livello globale dopo 6 giornate, Campedelli si dice "molto soddisfatto dei nostri ragazzi, ma sia chiaro che giocano tutti perché lo meritano e non per altri motivi. I vari Mordenti, Croci, Sabbioni e tutti gli altri scendono in campo perché hanno le qualità per farlo. Abbiamo creduto in loro sin da subito e per me non è una sorpresa se stanno facendo così bene. Schiero sempre quelli che ritengo più idonei e puntiamo a crescere anche sotto questo punto di vista". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il telefono diventa muto e dal conto spariscono migliaia di euro: quarta truffa sui soldi in banca in un mese

  • Il covid-19 non ferma il progetto di quattro giovani: "Apriamo una pizzeria e puntiamo sulla qualità"

  • Covid-19, 109esima vittima nel Forlivese: è una donna di 80 anni

  • Dal tampone pre-assunzione scopre di essere positivo al covid-19

  • "Voglio farla finita": poliziotti e operatori sanitari salvano la vita ad un 21enne

  • Coronavirus, nel forlivese un nuovo caso ma nessun decesso

Torna su
ForlìToday è in caricamento