A 57 anni negli States per la gara ciclistica piu lunga al mondo

Il forlivese Luigi Barilari, il 7 giugno prossimo, volerà a Los Angeles per prendere parte alla RAAM Race Across America, la gara ciclistica più lunga e più dura al mondo, che prenderà il via il 13 giugno da Oceanside

Il forlivese Luigi Barilari, il 7 giugno prossimo, volerà a Los Angeles per prendere parte alla RAAM  Race Across America, la gara ciclistica più lunga e più dura al mondo, che prenderà il via il 13 giugno da Oceanside (California) e si concluderà dopo 12 giorni (il 25 giugno) a Annapolis, nello Stato del Maryland.I ciclisti dovranno pedalare giorno e notte e nel lungo percorso attraverseranno 12 stati americani: California, Arizona, Utah, Colorado, Kansas, Missouri, Illinois, Indiana, Ohio, West Virginia, Pennsylvania, Maryland.

Un’impresa titanica che ha davvero dell’incredibile, basti pensare che gli atleti dovranno pedalare notte e giorno, riposando al massimo due o tre ore, e percorrere non meno di 400 chilometri al giorno in sella alla bicicletta. Lungo il percorso paesaggi e condizioni differenti fra loro: dai deserti di California ed Arizona, con temperature torride fino a 45°, alle Montagne Rocciose del Colorado dove si sale oltre i 3500 metri di altitudine, col termometro che scende a 0° nelle ore notturne. Il Kansas, con le sue pianure sterminate e le strade infinitamente diritte, e poi i verdi Stati del Missouri, Indiana e Ohio. Ed infine, negli ultimi giorni, le asperità dei Monti Apalachi che prosciugano le ultime energie di chi si accinge a portare a termine l'impresa.

Barilari, classe 1955, dipendente dell’Ecipar-CNA di Forli-Cesena, due figli, residente a Forlì, nella Raam sarà seguito da un team di 10 persone, coordinate da Mauro Farabegoli, direttore sportivo che vanta notevole esperienza come preparatore di ciclisti per questo genere di gare. Il Team che seguirà Barilari è composto da nove persone, tutti romagnoli, di Forlì e del cesenate. Questi i loro nomi: Davide Adamo, Marino Balzani, Massimiliano Dall’Ara, Vincenzo D’Altri, Bartolo Fazio, Andrea Lombardi, Alberto Pirini, Paolo Rossi, Mattia Suzzi.   Barilari si è iscritto alla Raam Race Across America nell’agosto 2011, dopo aver colto la qualificazione con la Parigi-Brest-Parigi: 1.230 Km percorsi in 58 ore e 38 minuti;  l’ultracycling del Montello denominata “La 24 ore” per un totale di 570 chilometri e la RAD Marathon in  Svizzera, 720 Km di passi, salite, discese alpine che Barilari supera in 28 ore. Dal Gennaio 2012 Luigi Barilari ha iniziato la preparazione per la gara americana: con Farabegoli è stato messo a punto il programma dell’allenamento che prevede un impegno quotidiano e costante in sella alla sua bici, comprese tappe da tre 400 chilometri. A tutt’oggi Barilari ha nelle gambe oltre 8 mila chilometri.      

Mauro Farabegoli e Luigi Barilari da settimane studiano il regolamento, il percorso, l'organizzazione dei compiti e dei ruoli di ciascuno componente del team, perchè sarà un mix di regole e passione a mantenere notte e giorno la necessaria armonia nello staff, consapevoli tutti che solo se il gruppo funziona sì può compiere l'impresa. Nei 12 giorni di gara cinque componenti del team seguiranno Luigi Barilari su quello che viene chiamato "escort vehicle" , ovvero l'auto che notte e giorno gli fornirà il supporto lungo tutto il percorso e che non lo perderà mai di vista. L'altra parte della squadra avrà il compito altrettanto importante di gestire il camper che lungo il percorso ospiterà Barilari e l’equipaggio dell'autovettura al suo seguito, per consentire a lui e a tutto il team di riposarsi e rifocillarsi. Luigi Barilari è pronto e motivato per vincere anche questa difficile prova sportiva. La trasferta americana di Barilari e del suo staff  è resa possibile grazie al sostegno finanziario di una decina di aziende di Forlì e Cesena che hanno messo il loro logo nella bicicletta e sulla maglia del ciclista forlivese. Visto che Luigi ha aperto una collaborazione con L’Istituto Oncologico Romagnolo la parte eccedente i costi sostenuti per la gara saranno devoluti a detto istituto     

Un po’ di storia di Luigi Barilari.
Si è innamorato della bicicletta da corsa fin da giovanissimo e per oltre 30 anni la bicicletta è stata la sua fedele compagna. Dopo gli anni delle pedalate domenicali, nel 1996 inizia a cimentarsi nelle “granfondo” dove correre in bici non è più solamente una piacevole fatica ma è qualcosa di più articolato, fatto di allenamenti e di costante preparazione. Cresce in lui l’ambizione e la voglia di mettersi alla prova. Nel 2007 le prime “Randonnée”, come la  Milleuno Miglia e la Parigi-Brest-Parigi e poi le “Ultracycling” , ed infine le Raam.Oggi Luigi Barilari non è più un ragazzino esuberante che vuole fare una bravata, lui sa quello che fa, è dotato di esperienza e di grande forza di volontà che gli consentiranno di gestire al meglio le sue potenzialità e raggiungere con successo anche questo ambizioso traguardo.


             
















 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • La Bidentina si macchia di sangue: schianto contro un albero, perde la vita sotto gli occhi della fidanzata

  • Coronavirus, focolaio in una ditta di Forlì: i positivi sono undici

  • Morto sulla Bidentina, Andrea superò un grave incidente. La sua esperienza per un progetto per giovani

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: nuovi contagiati riconducibili a focolai già noti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento