menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forlì nella tana del Mantova: "Proveremo a far crollare le loro certezze"

Sulla classifica: "Lo so che tutti vorrebbero la squadra in altre posizioni e ci stiamo impegnando molto per fare di più, non molliamo. Ho visto i ragazzi concentrati"

Forlì a Mantova senza timore nonostante le assenze. "In una partita così importante le motivazioni sono facili da trovare e chi scende in campo sono sicuro darà il massimo - esordisce mister Massimo Paci -. Dobbiamo far venir fuori il nostro Dna, la nostra identità e con la personalità dei giocatori bisogna incidere sulla partita. Dobbiamo subire poco e creare le situazioni per fare goal, ma bisogna essere bravi a farlo, altrimenti non vinci al massimo puoi pareggiare. La volontà dei giocatori e la loro personalità saranno l’ago della bilancia del match".

Continua Paci: "Il Forlì deve far giocare male l’avversario a prescindere del modulo. Bisogna vincere i duelli e se non si vincono deve esserci il raddoppio, l'avversario non deve giocare libero, questa è la caratteristica che ci contraddistingue e dobbiamo fare al meglio quello che fino a qualche mese fa ci veniva bene. Per una squadra come il Mantova una partita come quella di domenica può essere un’arma a doppio taglio. Il pubblico li aiuterà se tutto va bene, ma se le cose si metteranno male subiranno qualche contestazione. Loro devono vincere per forza e noi siamo più liberi mentalmente, ma dobbiamo essere molto bravi a far crollare le loro certezze. Non è semplice in casa della prima in classifica che non ha ancora perso una partita in campionato".


Il Forlì può contare su una retroguardia solida: "Avere la miglior difesa del campionato è una cosa importante in virtù del fatto che abbiamo 3 under che giocano dietro. La nostra squadra sa difendere bene e quando lo fa è in grado di dare del filo da torcere a tutti gli avversari. Quando invece viene meno qualcosa e non riusciamo a mettere in atto la nostra manovra sparisce l’equilibrio. C’è tanta strada da fare ancora". I numeri dell'attacco del Mantova parlano da soli: 50 gol: "Dobbiamo imparare a soffrire, a camminare contro vento e poi ad un certo punto il vento girerà a nostro favore". Sulla classifica: "Lo so che tutti vorrebbero la squadra in altre posizioni e ci stiamo impegnando molto per fare di più, non molliamo. Ho visto i ragazzi concentrati e sono contento di andare a Mantova perché sono partite che si preparano da sole. Le motivazioni in partite del genere arrivano spontanee e la mentalità nel calcio è tutto".

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento