rotate-mobile
Sport

Forlì-Rimini, al Morgagni il derby delle grandi deluse. Mister Angelini: "Il campionato è ancora lungo"

Un match dal peso specifico importante, che però mai come quest'anno racchiude due squadre partite con ambizioni altisonanti e che invece si ritrovano a sgomitare per non cadere nelle sabbie mobili delle zone basse della classifica

Dopo la deludente sconfitta di Seravezza, nemmeno il tempo di leccarsi le ferite che il Forlì di mister Giuseppe Angelini è già alle prese con il turno infrasettimanale del proprio campionato; per la diciannovesima giornata infatti andrà in scena mercoledì allo stadio "Morgagni" (ore 14:30 diretta Facebook sulla pagina del Forlì Calcio) il sentitissimo derby tra Forlì e Rimini. Un match dal peso specifico importante, che però mai come quest'anno racchiude due squadre partite con ambizioni altisonanti e che invece si ritrovano a sgomitare per non cadere nelle sabbie mobili delle zone basse della classifica.

"Al momento nè il Forlì nè il Rimini sono nelle zone che si erano prefissati ad inizio torneo - ammette un lapidario mister Beppe Angelini -. Il campionato però è ancora lungo e c'è tempo di rifarsi anche se è un dato di fatto che la mia squadra ha troppi alti e troppi bassi ed è per questo che non riusciamo ad avere un percorso di crescita lineare, ci stiamo lavorando". Entrambe reduci da due sconfitte, sia il Rimini che il Forlì non se la passano affatto bene con le squadre chiamate dai tifosi a dare segnali di ripresa in questo anonimo cammino: "Troveremo un avversario arrabbiato che verrà da noi per fare risultato, noi dal canto nostro recuperiamo Roberto Sabato e non saremo da meno perché è pur sempre un derby".

Mister Angelini per l'occasione potrà contare sulla freschezza di Nicola Ferrari, tenuto a riposo domenica e fino ad ora sempre titolare, ma anche sull'entusiasmo del ritrovato Nicolò Pozzebon che è andato a segno contro il Seravezza con una autentica perla al volo di sinistro: "Visti i numerosi recuperi che ancora ci attendono avevo bisogno di far riposare qualcuno - analizza Angelini -. Le alternative le ho e si sono fatte valere trovando anche il goal come Gasperoni ma soprattutto Pozzebon; sono ragazzi che per crescere hanno bisogno di giocare, speriamo facciano bene anche in una partita importante come quella di domani". Di seguito i convocati: De Gori, Stella, Zamagni, Sedioli, Croci, Marzocchi, Gkertsos, Sabato, Giacobbi, Corigliano, Buonocunto, Battaglia, Piva, Gigliotti, Ballardini, Ndedi, Carlucci, Ferrari, Gasperoni e Pozzebon. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forlì-Rimini, al Morgagni il derby delle grandi deluse. Mister Angelini: "Il campionato è ancora lungo"

ForlìToday è in caricamento