16 anni da compiere, una carriera promettente: cresce bene il decatleta Francesco Amici

Contemporaneamente in altre sedi diverse altri tesserati hanno riscaldato i loro muscoli in un inizio di stagione che promette grandi soddisfazioni per la neo società forlivese

La gara più complessa dell’atletica leggera e di tutto lo sport olimpico è il decathlon. Due giorni interi in pista e nelle pedane per sommare i punteggi di dieci gare: 100 metri, salto in lungo, lancio del peso, salto in alto, 400 metri, 110 ostacoli, lancio del disco, salto con l’asta, lancio del giavellotto e per l’esaurimento delle poche forze rimaste un 1500 metri finale. Massacrante ma affascinante. Francesco Amici, tesserato per la Libertas Atletica Forlì, 16 anni ancora da compiere, già undicesimo classificato nell’esathlon (sei gare) ai Campionati Italiani Cadetti del 2016, partito per Livorno ha conquistato un promettente terzo posto con ampi margini di miglioramento ai Campionati Regionali Individuali Allievi di prove multiple.

Infatti va considerato che il risultato finale di 4.308 è stato ottenuto con solo 9 gare, in quanto nel salto con l’asta il giovane atleta non ha potuto aggiungere alcun punteggio, trattandosi di una disciplina tecnica difficile, soprattutto se gli è preclusa la possibilità di praticarla nelle strutture della propria città. "Rimane il rammarico per una situazione che si sta trascinando da troppi mesi e che penalizza tutti gli atleti della Libertas Atletica Forlì, costretti ad utilizzare gli impianti sportivi delle città vicine, prima fra tutte Faenza alla quale va il ringraziamento della società", affermano dalla società.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Contemporaneamente in altre sedi diverse altri tesserati hanno riscaldato i loro muscoli in un inizio di stagione che promette grandi soddisfazioni per la neo società forlivese. A San Marino Giulia Paolini centra da subito il minimo per partecipare ai campionati italiani promesse nel lancio del giavellotto che vince con metri 36.62. Nella stessa pedana Alessandro Sansoni vince la gara con metri 58.01 e ben figura lo junior Francesco Bertozzi con metri 45.12 che la spunta sul veterano Fabrizio Arnelli 44.41. Medaglia al collo anche per il vincitore del salto in alto il promettente allievo Andrea Popa che si aggiudica la gara con metri 1.75. Ad Ascoli Piceno il capitano della squadra forlivese Federico Mengozzi ha scagliato il martello alla misura di metri 38.51.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saette, tuoni e brusco calo delle temperature. E c'è una nuova allerta temporali

  • Centauro si schianta contro l'auto in svolta e viene sbalzato contro il guard-rail: è grave

  • Esce di strada e finisce con l'auto contro la recinzione di una casa: è grave

  • Saetta colpisce e incendia un'insegna pubblicitaria sulla Cervese

  • Piscine, acconciatori ed estetisti: una nuova ordinanza per chiarire i protocolli anti-Covid

  • Ancora un incidente su via Cervese: auto si ribalta nel fosso, ferito grave soccorso dall'elicottero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento