menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fulgor, Alberani: “La squadra è con Nenad. Perché cacciarlo?”

Sarà un fine settimana rovente per la società forlivese divisa sul destino di Vucinic. Probabile che al tecnico serbo sia concessa un'ultima chance, lo spareggio con Sant'Antimo. Dopodichè la società potrebbe cambiare rotta

“La squadra è compatta con lui, basta guardare come si allenano e lo spirito che hanno buttato in campo contro Barcellona pur tra mille difficoltà. Perché dovrei mandrlo via?”. Nicola Alberani, Direttore Sportivo FulgorLibertas, prepara l'arringa difensiva che sicuramente dovrà sciorinare nelle prossime ore a favore del suo coach, Nenad Vucinic, incappato contro Barcellona nel settimo fatale sigillo consecutivo. “Sarebbe facile per me mettere Nenad alla porta, sarebbe così l'unico colpevole; invece io credo che la salvezza sia possibile, è solo questione di amalgama e tempo. Rischio di essere noioso ma non dimentichiamoci che l'ultimo giocatore di Barcellona è più pagato del nostro miglior atleta, tra l'altro infortunato (Nardi, ndr). Chiederanno le sue dimissioni (chi? facile: Arpaia e il blocco storico della FL, ndr) ma spero non si prenda questa strada”.

Al di là della compattezza del gruppo – i famosi “dieci guerrieri” celebrati dal tecnico serbo prima di Barcellona – Forlì palesa un inciampo tecnico costante, sintetizzabile dal concetto: ognuno fa per sé e da sé. “Ci manca Mike – commenta Alberani –, è evidente. Purtroppo in questi mesi non siamo riusciti a sostituirlo e lui oggi ancora non può darci quanto ci servirebbe”.

Bene i singoli toppano, Nenad Vucinic invece? “Faccio errori – spiega il tecnico – ma l'unica vera colpa che mi faccio è non esser riuscito a vincere la partita, averla girata nel momento giusto. Da Ros è stato un rebus per tutta la partita e Green ci ha colpito nel momento giusto. Era una partita difficile ma ai ragazzi non posso rimproverare nulla, hanno dato tutto. Dello spirito della squadra sono assolutamente soddisfatto. Da questo ripartirò per lavorare ancora più duramente duramente questa settimana e preparare al meglio la trasferta di Sant'Antimo”.

“Ci manca solo un successo per sbloccarci – commenta condividendo l'ottimismo vuciniciano, Mitch Poletti, contro Barcellona il migliore –; come l'anno scorso, dopo Lodi, la fiducia è cresciuta e anche sotto di parecchio sentivamo di poter vincere, lo stesso capiterà quest'anno. Dateci tempo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento